Biscotti – Rendere felici le persone in tutto il mondo

I biscotti sono una delle prelibatezze più amate al mondo. Si rivolgono a persone di tutte le età non solo perché sono deliziosamente deliziosi, ma anche perché sono familiari e confortanti e l’odore e il gusto possono evocare bei ricordi. Anche se un biscotto secco, duro e fragile potrebbe non sembrare allettante, questa descrizione è caratteristica dei Biscotti autentici ea chi non piacciono i Biscotti? Questo biscotto dalla forma unica soddisferà anche i più golosi e può essere consumato in qualsiasi momento della giornata per ogni occasione.

Mentre molti paesi hanno adottato questo antico biscotto e hanno creato la propria versione, secondo gli storici del cibo, i biscotti furono inventati nella regione italiana della Toscana intorno al 13 ° secolo in una città chiamata Prato, e presto divenne una disposizione comune a bordo dei viaggi di Cristoforo Colombo, e molti marinai e pescatori. Grazie al suo metodo di cottura, i Biscotti potrebbero durare mesi in mare senza diventare stantii o ammuffiti. In Italia, mentre la parola “biscotti” si riferisce a quasi ogni tipo di biscotto o biscotto, si traduce letteralmente in “due volte cotto”. Il bis in Biscotti, plurale di Biscotto, significa due volte e cotto significa cotto. Cuocere l’impasto due volte eliminerà l’umidità in eccesso e darà al biscotto la sua caratteristica consistenza croccante e dura; rendendolo ideale per inzuppare il vino o qualsiasi bevanda calda come caffè o cacao e un partner perfetto per una varietà di dessert.

Centinaia di anni fa gli immigrati hanno portato in America la ricetta di questa delizia internazionale, ma era limitata alle panetterie italiane e speciali, o un biscotto fatto in casa servito durante le vacanze e le occasioni speciali. Oggi, questo biscotto è di gran moda dovuto in gran parte alla recente esplosione di caffè pub alla moda e alla popolarità dei ristoranti italiani. L’accettazione di questo delizioso biscotto è stata sorprendente. I biscotti sono oggi uno dei biscotti più riconosciuti al mondo. Questa delizia deliziosa e spesso decadente si è ritagliata una nicchia unica nell’odierna industria della ristorazione. Da un semplice spuntino a un dolce gourmet, i biscotti possono essere trovati praticamente ovunque, dai negozi di alimentari alle panetterie e nei menu di dessert nei ristoranti raffinati.

Ho chiesto a John Vallone Jr., direttore marketing di Viscotti, la sua azienda Biscotti a conduzione familiare, del recente aumento di Biscotti. “Tradizionalmente i biscotti erano al gusto di mandorle o anice. Oggi i biscotti sono fondamentalmente una tela bianca e possono essere aromatizzati con una varietà di ingredienti creativi e spezie esotiche per produrre diverse combinazioni di sapori. Le ricette sono infinite e limitate solo dalla propria immaginazione. A tutti piace dire Biscotti, ma ancora meglio, a tutti piace mangiare Biscotti “.

John Vallone Sr. è d’accordo. “Essendo un americano di prima generazione, figlio di padre calabrese e madre siciliana, i dolci italiani erano uno standard nella famiglia Vallone. Come nella stragrande maggioranza delle case italiane, i biscotti erano i dolci standard per avere una” tasse di caffe “con la visita paragoni e comare. Questi biscotti, immagino, attraverso una guida divina, erano prevalentemente aromatizzati all’anice e classici cotti per essere inzuppati in un sostanzioso caffè italiano. Dopo essere entrato nell’aeronautica americana nel 1953, la mia razione di ottimi biscotti di mamma era limitata alle cure per le vacanze Non appena le confezioni venivano aperte, era così che i biscotti scomparivano mentre i miei compagni di baracca sperimentavano i sapori squisiti di questi biscotti.

Quando mi sono ritirato dall’aeronautica militare, ho deciso di continuare la tradizione dei biscotti italiani, almeno per le vacanze, ma volevo biscotti che fossero distintivi rispetto agli standard Anisette Biscotti duri. Dopo alcuni anni di sperimentazione e di consumo di tutti i miei errori, ho finalmente sviluppato i sapori e la consistenza che sono diventati il ​​marchio Viscotti. Dato che questi biscotti erano lontani dallo standard, ho deciso di dare loro anche il nome univoco di “Viscotti”; sostituendo la B con la V del Vallone separandoli e reprimendo ogni contestazione che “questi non sono biscotti, non sono duri”.

All’inizio ho cucinato solo per la famiglia e gli amici. Dopo recensioni entusiastiche, le ho preparate per i bazar della chiesa e per le raccolte di fondi, e John Jr. ne ha chiesto 200 da donare ai Thunderbirds dell’aeronautica statunitense per una delle loro occasioni speciali al Nellis. Dalla risposta espressa da questi aviatori, abbiamo fornito loro spedizioni quasi regolari in ringraziamento e gratitudine per il loro servizio come ambasciatori in blu della migliore aeronautica del mondo. Con la collaborazione dei Thunderbird, abbiamo identificato congiuntamente le unità militari statunitensi in Iraq per ricevere Viscotti per le vacanze. Negli ultimi 3 anni, abbiamo inviato oltre 1500 Viscotti alle nostre truppe e il feedback è stato di cuore e questo da solo ci ha dato l’incentivo a continuare questa tradizione fintanto che i nostri uomini e donne coraggiosi si mettono in pericolo per proteggere il nostro grande nazione e per difendere gli oppressi del mondo.

Ma non avevamo intenzione di entrare nel business dei biscotti; la nostra ricompensa per la soddisfazione derivava dalla gratitudine che abbiamo ricevuto dai destinatari. Ma nell’agosto del 2006, ho avviato una conversazione con un gruppo di uomini mentre partecipavo all’Atlantic City Air Show. Ci siamo scambiati storie di guerra, scambiato biglietti da visita e parlato delle nostre attuali imprese. Ho detto che ho fatto i secondi migliori biscotti del mondo e quando mi è stato chiesto perché “il secondo migliore” ho dovuto spiegare che se avessi detto che ho fatto il meglio del mondo di qualsiasi tipo di cibo a qualsiasi italiano, la normale confutazione sarebbe che “nessuno rende * quello * migliore della mia povera santa madre. “

Quindi, per salvare le discussioni, mi accontento magnanimamente come il secondo migliore al mondo. Uno degli uomini, un italoamericano, si è presentato come Olgo Russo, comproprietario di A Russo & Sons Inc., un venditore di frutta e verdura nella periferia di Boston. Ha chiesto un biglietto da visita e io gli ho dato uno dei miei nuovi biglietti da visita GioV pensando che sarebbe stata l’ultima volta che lo avessi sentito. Sorprendentemente, una settimana dopo ho ricevuto un’e-mail con la richiesta di campioni. Ne ho spediti una dozzina. Subito dopo, ha effettuato un ordine per 500 e altri 3 ordini successivi di 500. Ha fornito campioni a un ristorante a 5 stelle a Boston e la risposta dello Chef de Cuisine: “Incredibile!”

“Da quel momento ho recentemente fornito campioni di marketing non richiesti a ristoranti di qualità nello stato di New York e Las Vegas e ho intenzione di espandermi in altre aree metropolitane degli Stati Uniti nel prossimo futuro. Che l’attività abbia successo o meno, continuerò comunque a farlo cuocere i Viscotti per la famiglia, gli amici e gli enti di beneficenza, e sicuramente per i nostri uomini e donne coraggiosi e devoti nelle forze armate degli Stati Uniti “.

Etichetta per servire e mangiare il caffè: stili diversi per persone diverse

I chicchi di caffè sono la seconda merce più grande scambiata al mondo dopo il petrolio. Sono tanti fagioli! Il caffè è una delle bevande più accettate da molte culture.

Il caffè sta guadagnando una maggiore accettazione nei paesi che in precedenza non erano consumatori di caffè grazie a un marketing efficace del caffè e all’adozione del consumo di caffè da parte delle generazioni più giovani ovunque. È un dato di fatto che il mondo diventa ogni giorno più piccolo. L’interazione con persone di culture straniere e background diversi è un evento normale. Comprendere l’etichetta di una corretta ristorazione e di servire il caffè può essere una risorsa preziosa per costruire nuove relazioni, concludere affari o semplicemente rompere il ghiaccio con nuove persone.

Ci sono alcuni fondamentali che quasi tutti seguono quando si prepara un tavolo o un’area per cenare. L’arredamento specifico può variare a seconda dell’occasione, ma la considerazione dello spazio è un punto di decisione centrale per offrire un’esperienza di incontro confortevole. I commensali non dovrebbero urtare i gomiti a causa del sovraffollamento attorno a un tavolo. Un piano spaziale per il numero di ospiti e il tipo di sedie o cuscini utilizzati per i posti a sedere è importante in modo che l’ambiente sia comodo per tutti. Le impostazioni della tabella non devono corrispondere. Diversi modelli di argento sterling, colore delle tovagliette americane, portatovaglioli o altre variazioni di decorazioni possono rendere qualsiasi tavolo davvero memorabile.

Il tavolo da pranzo formale sarà caratterizzato da posate organizzate man mano che verranno utilizzate, un principio molto pratico per l’accessibilità e la sicurezza. Ad esempio, il bordo seghettato dei coltelli deve essere rivolto verso l’interno. Forchette per insalata e carne a sinistra del piatto. Cucchiaio da minestra fuori dagli utensili dell’antipasto. Coltelli per insalata e carne sul lato destro del piatto. Forchetta e cucchiaio da dessert con il piatto da dessert o, se si preferisce, sopra la tavola con la forchetta rivolta a destra e il cucchiaio sopra con la ciotola rivolta a sinistra.

Una buona idea è usare un bicchiere a tutto corpo con un gambo corto per servire l’acqua. Alcune bevande richiedono bicchieri speciali per vino, champagne o altre bevande. La tazza da caffè dovrebbe essere nel piattino a destra dell’impostazione con il cucchiaino da caffè a destra del piattino. Una cena formale prevede tazze di piccole dimensioni o demi-tasse per servire espresso e caffè nero forte. Dopo un pasto, è consuetudine servire il caffè in tazze di medie dimensioni o tazze da tè. A colazione e incontri informali, i bevitori di caffè preferiscono servire il caffè in tazze grandi. A seconda della formalità dell’occasione, gli ospiti possono servire il proprio caffè o la padrona di casa può fare il giro del tavolo e servirlo in modo più formale.

Quando l’intrattenimento è incentrato sul cibo, le persone tendono a trascorrere più tempo intorno al tavolo, condividendo tra loro e senza fretta. Mangiare lentamente è un’abitudine sana che aiuta la digestione. Aiuta anche a assapora il cibo un boccone alla volta e a goditi il ​​caffè sorso per sorso.

Mangiare con persone di diverse nazionalità è sempre un’esperienza molto interessante. Per esempio,

1. Molti europei tengono le mani in vista sopra il tavolo. I francesi, dopo aver tagliato il cibo, tengono il coltello nella mano destra e usano la forchetta nella mano sinistra per mettere il cibo in bocca. Gli italiani mettono il pane direttamente sul tavolo e tendono a non usare i piatti per il pane. Stili diversi si applicano a persone diverse.

2. In alcune culture, l’aggiunta di sale e pepe extra al cibo segnala il dispiacere per il piatto. Le enormi tazze da caffè non sono ben accettate in Medio Oriente; invece, le tazze speciali demi-tasse vengono riempite frequentemente. I turchi amano il caffè con latte e zucchero.

3. I francesi preferiscono il latte caldo con il caffè preparato in una pressa da caffè francese accompagnato da un croissant o da qualche altro dolce. Gli irlandesi inventarono il famoso cappuccino, fondamentalmente espresso con latte fumante rabboccato con panna montata. La tradizione del bere il cappuccino è stata adottata da milioni di persone in tutto il mondo.

4. Il servizio di caffè espresso di solito si trova in speciali piattini da caffè e persino in vassoi da caffè. In Oriente, dove il caffè sta diventando una bevanda preferita da molti rispetto al tè, il latte normale non viene utilizzato. I vietnamiti, ad esempio, preferiscono usare latte condensato denso, mescolato con zucchero e chicchi di caffè. In Brasile, il caffè viene servito in tazze molto piccole che vengono costantemente riempite. I brasiliani adorano i loro cafezinho tanto quanto piace ai colombiani tinto, servito anche in tazzine.

Il caffè è una bevanda molto popolare che aiuta a concludere un pasto con un delizioso aroma e gusto che di solito è il perfetto tocco finale da ricordare. Le scelte sono tante per il caffè dopo cena: selezione completa di mandorle, castagne, nocciole, macadamia, noci pecan e una lista infinita di caffè aromatizzati al liquore come Amaretto Royale, Butter Rum, Egg Nog, Irish Cream e White Russian.

Naturalmente, una grande tazza di caffè Kona di qualità Extra Fancy al 100% fa sentire le papille gustative di chiunque in paradiso! Avanti, goditi il ​​tuo caffè!

How to Read Tea leaves for Fun or Profit

The ancient art of reading tea leaves in a cup is quite simple, and can be learned in a very short time. Although psychics throughout the ages have used it as a system of divination, any one can learn to master the techniques involved. Before long you will be making predictions about the future for friends and family. You don’t need to posses any psychic ability; all that’s really required is patience to understand the various symbols and their meanings. However, as with all divinatory systems constant use can have the effect of developing and stimulating your natural intuitive ability.

Adding clairvoyancy to the skill will give you a deeper insight into the metaphysical energy surrounding the process. Reading tealeaves is a fun way of stimulating the imagination and tapping into the unconscious mind and listening to your inner self for answers to problems or dilemmas that you may have. The process also links in with Carl Jung’s theory of the ‘Collective uconsciousness’, where by ones intuition isn’t limited by the constraints of space or time. It’s through this that tealeaf readers can look into a persons past, present or future.

The ancient practice of interpreting patterns made by tealeaves in the cup is called Tasseography, otherwise known as tasseomancy or tassology. “Tasse” or “tass” is an Arab word, meaning small cup or goblet. The art also includes the reading of coffee grounds and wine sediments. In China and Japan tea drinking had a ceremonial use and an aid to meditation. A reader would watch for omens in the patterns and shapes left after drinking the tea. Although tealeaf reading is associated with Gypsy fortune-tellers and Victorian parlour games it’s roots began in Asia, ancient Greece and the Middle East. In recent history it has close ties with Scottish, and Irish tradition as well as throughout Eastern Europe.

Historically, a psychic often had a special cup that he or she would use for readings. Likewise a special spoon may be used to give it a sense of ritual. The cup, saucer and spoon should be first washed or cleansed by immersing it in hot soap and water and rinsing it with cold. Modern day psychics use cups with astrological markings printed on the inside. This not only gives a reading from the tealeaves but also provides information based on the astrological signs. The cup should have a wide brim and should be plain inside as any pattern would conflict with the interpretation of the leaves

Part of the ritual of reading tea leaves is in the act of sitting down and enjoying the tea in the company of fellow drinkers as this allows you to relax and gather your thoughts. Typically psychics choose not to use small commercially produced tealeaves but opt for the larger type i.e. Jasmin or Erl Grey etc. The person having the reading would be asked to spoon a measure of tea into a heated pot or directly into a china cup. Some psychics ask that the person receiving the reading stir the dried leaves before spooning them into the teacup or pot. This is seen as being similar to shuffling tarot cards before a reading. Boiling water is poured over the tea as the person receiving the reading stirs the pot or cup. At the same time he or she should concentrate on the particular question that they would like an answer to. The teapot is swirled and the tea poured into the cup.

When the tea is cool enough to drink the person receiving the reading sips the liquid whilst continuing to concentrate on the question. The person having his or hers tealeaf read should leave about a quarter of an inch of tea at the bottom of the cup. The cup should then be swirled around with the left hand three times in a clockwise direction so that the tealeaves are in a state of suspension. It is then flipped quickly facedown onto a napkin, which has been placed on the saucer thus leaving the tealeaves on the bottom and sides of the cup.

In order to interpret the images it may help if you slightly squint your eyes as you look at the leaves and allow your imagination to roam. Making a mental note of what you see; begin reading the cup clockwise, the handle representing the day of the teacup reading should be facing the reader The rest of the cup is divided into twelve months with the six month position being directly facing the handle. The leaves near the brim of the cup have more importance than those near the bottom. Some psychics say that images facing anticlockwise represent the significance is departing, whilst images facing clockwise mean the person requesting the reading is moving towards the occurrence.

Iterpretation of the symbols can be either exactly as they appear, for example a house, may mean contentment and home, or symbolically ie combined with a bell may mean good news or an invitation on it’s way. Contradicting images imply indecision in the person’s mind. Sometimes the top of the cup is seen as lucky and the bottom is seen as unlucky, but you should use your intuition and common sense when deciding this. The size of the symbol may give you clue to its importance. The rim represents the present or things that may happen within a few days or weeks. The sides predict the future. The bottom predicts the very distant future.

Like learning most things the more you practice the better you will get. The same applies to the art of tealeaf reading the more proficient you will become at it. The secrete is to trust your instinct, try and not allow your logic to interfere with what you see. At first you may only be able to see vague shapes, but with perseverance your competence and confidence will grow. The list of symbols and meanings below is far from complete but will help you get started. It would also be helpful to purchase a book with a more

comprehensive list of interpretations or alternatively, there are many resources available on the Internet. Ultimately, the interpretation should be left up to the reader, and no two readers are the same. The main thing about interpreting what you see is to learn to trust your intuition and gut feelings. You may find that certain symbols have a particular meaning for you alone and vary from the meanings listed below

Symbols and Interpretations :

Aeroplane :- Travel, going up in the world.

Anchor :- A journey ends.

Angel :- A blessing from your guides.

Bell :- Good news i.e. wedding etc.

Bird :- Good fortune on its way.

Book :- Look for further information.

Bottle :- Allurement, good social life.

Butterfly :- None serious about a relationship.

Clock :- Act now, a meeting soon to happen.

Moon :- Changes.

Cross :- Problems but outcome positive.

Cobweb :- something guarded or secure.

Dagger :- Fallout or plotting ahead.

Dog :- A faithful friend.

Flag :- Stay fast for good fortune.

Fish :- Spiritual progress.

Gate :- Change of circumstance, confidently proceed.

Heart :- Happy emotional things.

Key :- Solutions revealed soon.

Ladder :- promotion, improvement.

Mountain :- Problems, but conquerable.

Ring :- Changes for the better.

Scales :- Decisions need to balance things.

Trees :- A new start.

Teapot :- Warm-loving friends.

Coffee Beans and Genetic Engineering

Science Finally Uncovers Coffee’s Genetic Code

Scientists have finally managed to sequence the coffee bean genome, a significant technical breakthrough that, as well as giving us new insights into one of our favourite drinks, opens the door to genetic engineering.

Around sixty international scientists and researchers worked on the project to pinpoint all the genes that make up the Robusta coffee bean, the variety that makes up around 35 percent of the world’s coffee consumption. Other groups of researchers are still working on sequencing the more complex Arabica variety, which contains approximately twice the amount of genetic information as Robusta.

An unexpected discovery was made by the team in the process, however. The Robusta bean’s method of producing caffeine is completely different to the method used by the cocoa bean, implying that the two don’t have a common ancestor. It seems that pollinators like bees are more drawn to coffee plants than some other caffeine-bearing species, and it is the caffeine that draws these pollinators to keep coming back, ensuring the survival of the species. All clever stuff.

So what’s the point in sequencing the Robusta genome you may be asking? One reason is that if we know how the plants produces its’ caffeine in the first place, it could be possible to create a genetically modified bean containing no caffeine. This would mean that coffee beans wouldn’t have to go through the decaffeination process at all, they could just be grown to produce no caffeine, a bit like producing seedless grapes.

Of course, the very thought of growing GM coffee beans is bound to be unpopular with some, proven by the fact that a number of GMO coffee crops designed to be pest-resistant have already been vandalised or even destroyed in South America and Hawaii. However, the opposite argument is that genetically modified coffee bean crops, together with other plant-breeding technology may be the only realistic way for us to continue producing the volumes we need. Global warming, fungus and pests are causing increasing problems in some parts of the world, and diminishing crops in some parts of the world together with an expected continuation of the growth in consumption could ultimately lead to a shortage and therefore an increase in prices.

Starbucks (SBUX), Nestle (NESN:VX) and others are already taking precautions against such an eventuality, according to a recent article in Bloomberg Business Week. They have been involved in developing hardier varieties that are more resistant to pests and climatic extremes, and are aiming to distribute over 200 million plantlets to coffee growing regions within the next 6 years.

World Coffee Research is now attempting to decode the genome of nearly 1000 Arabica samples taken in the 50s and 60s to determine which strains can be crossbred to produce the hardiest plants. The hope is that the project with lead to the production of Arabica coffee plants that are more resistant to pests, rust, worms and disease and generate a yield of quality coffee beans without the risks of a failed crop.

So the sequencing of the Robusta genetic code is the first step in this process, as it’s a more simple type of the same basic plant, and is a huge leap forward in this particular field of research. The World Coffee Research blog post stated that having just half of the Arabica bean’s genome will accelerate their progress in breeding varieties that can withstand climate change and disease better than the crops we currently rely on.

One thing is certain – without the work of our scientists and researchers, we could be running short of coffee in the not-so-distant future. Not a future that bears thinking about!

Divinazione attraverso le foglie di tè

La prossima volta che lavi le tazze da tè dopo aver bevuto, potresti perdere l’occasione di predire il tuo futuro. Le foglie di tè sono state strumenti di predizione del futuro sin dal XVII secolo. Quest’arte di predire è famosa anche con nomi di tasseomanzia o tasseografia, il termine deriva dalla parola francese tasse (cup), che a sua volta deriva dall’arabo tassa (cup). La tassografia, altrimenti nota come tasseomanzia o tassologia, è l’arte della lettura delle foglie di tè. “Tasse” o “tass” è una radice araba, che significa piccola tazza o calice.

Si basa in gran parte sull’intuizione psichica. Il tè viene versato nella tazza senza usare un colino. Chi cerca fortuna consuma il tè, lasciando che le foglie rimangano sul fondo. Il rabdomante osserva il modello formato alla base e si riferisce ad alcuni simboli standard mentre osserva. Serpente (inimicizia o menzogna), vanga (fortuna attraverso l’industria), montagna (viaggio o ostacolo), casa (cambiamento, successo) sono tra i comuni.

Un’altra tecnica nota è lasciare un po ‘di umidità nella tazza. Permette il fruscio delle foglie. Successivamente, la tazza viene capovolta in un piattino. Il lettore prende la coppa e osserva la formazione. Le formazioni possono essere in forma di forme geometriche, linee, numeri ecc. Le linee rette indicano un’attenta pianificazione e tranquillità, mentre una forma a tazza indica amore e armonia. Molte altre forme simili aiutano nelle previsioni.

Per prevedere con precisione, è necessario seguire le prime impressioni della formazione nella tazza, poiché la seconda ipotesi può introdurre la tua coscienza.