Accecato dal tradimento, alle prese con il dolore

Difficilmente un giorno diverso in tutta la tua esperienza,

Così normale è che tu fossi davvero annoiato

Poi entrano e ti accecano,

E all’improvviso sei cambiato

Da dove sei stato ormeggiato.

Atterri in un dolore così intensamente blu,

Dove le incertezze dei fatti sono così orribilmente vere.

Alle prese, gemendo, piangendo dentro,

Non riesci a trovare un modo per non nasconderti

Sembra che ci voglia un’età per trovare la tua strada

Ma non perdere la speranza che Dio ti renda nuovo.

“Non dovresti svegliarti giorno dopo giorno, cercando di capire come nel mondo non lo sapessi.”

~ Frances (recentemente divorziato), Sotto il sole Toscano (2003)

Il recupero dal divorzio è un processo complesso. È un dolore tutto suo: tradimento, perdita, confusione di identità, rifiuto, inferiorità e altro, tutto in uno.

Non c’è da meravigliarsi se una persona che ha appena perso non solo il matrimonio, ma anche il suo migliore amico e la sua anima gemella, e il padre o la madre dei propri figli, tutto in un colpo solo.

Quando siamo stati accecati dal tradimento, c’è un certo livello di vulnerabilità che diventa semplicemente noi. Questa vulnerabilità ci espone in modi che ci mettono a disagio o ci avviciniamo alla vulnerabilità come se fosse una boccata d’aria fresca: ci libera.

Il recupero da qualcosa di atroce come il divorzio è compromesso solo dalla paura di camminare. In qualche modo, mentre affrontiamo la giornata, alcuni giorni peggiori di altri e alcuni semplicemente orrendi, ci vengono date idee e forza per l’audacia. Dipende da noi.

Ma la confusione di quei giorni in cui siamo immobili è troppa, e le giornate del letto e del divano e del giardino sono quello che sono.

C’è sempre una ristrutturazione che si verifica quando siamo stati così traditi che ci siamo ritrovati a smettere di credere nella bontà e nella fedeltà.

Nella ripresa abbiamo speriamo di aver scoperto che raccontare i motivi della fiducia è stato fondamentale per tornare in sella. In qualche modo il costo di restare come siamo viene superato dal vantaggio di assumersi quel rischio.

Il recupero – affrontare il dolore passato – è indicato quando c’è un abbraccio del rischio che si basa sul frutto dello Spirito; gioia, pace, bontà, amore, ecc.

***

Il divorzio può, e spesso lo fa, spezzarci. Ma essere rotto non è la fine. Spesso è l’inizio. In qualche modo, qualcosa emerge in noi che è flessibile, compassionevole e gentile. A volte la fine fa cenno a un nuovo inizio.

Possiamo e dobbiamo resistere, con fedele perseveranza.

© 2014 S. J. Wickham.

Dolore alla spalla a causa di muscoli della spalla troppo allungati

La lacerazione dei tessuti muscolari e lo sforzo eccessivo della spalla possono facilmente verificarsi a chiunque. Questo normalmente accade quando si esercita una pressione o una trazione brusca sull’articolazione della spalla. Questo è più comune tra le persone che non sono abituate a determinati tipi di movimenti della spalla o hanno muscoli deboli in quella zona.

Quali sono i sintomi della tensione muscolare della spalla?

Il primo e più ovvio è il dolore provato dopo che l’infortunio è stato subito. La gravità del dolore sarà determinata da quanto male hai tirato la spalla. Può variare da un tipo di dolore acuto e acuto a un lieve formicolio dell’articolazione. Anche se potresti essere in grado di muovere la spalla e il braccio in questa fase, il dolore potrebbe essere abbastanza insopportabile. Se l’infortunio subito è grave, può causare immobilità e impedirti di svolgere le tue attività quotidiane per molti mesi.

Anche la rigidità della spalla è associata a questo tipo di lesione. Quando tiri un muscolo, il tuo corpo reagisce automaticamente ad esso e le fibre muscolari attorno alla tua giunzione iniziano a contrarsi, rendendo sempre più diverso il muoverlo. Questo è normale ed è un segno per te di riposare l’articolazione colpita e di non sottoporla a ulteriori sforzi.

Se la cuffia dei rotatori è stata danneggiata a causa di ciò, scoprirai che eseguire il minimo sollevamento può essere uno sforzo enorme. La forza del braccio e della spalla è compromessa in questo caso e, se è abbastanza grave, potresti non essere in grado di sollevare il braccio oltre una certa angolazione.

Come tratti una spalla “tirata”?

Alcuni casi in cui si sono verificati lividi o gonfiore, richiederanno l’applicazione immediata di impacchi di compressione del ghiaccio sulla zona interessata. Ciò ridurrà il gonfiore il più possibile e, a sua volta, ti darà un ulteriore sollievo dal dolore in seguito. Ricorda, proprio come qualsiasi altra articolazione slogata del corpo, devi mantenere l’area immobile e riposata, preferibilmente in questo caso con una tracolla o un immobilizzatore. Puoi trovarli ampiamente disponibili presso il tuo farmacista locale.

Evita di sottoporre la spalla a ulteriori sforzi. Se il dolore è insopportabile, chiedi consiglio al tuo medico. Lui o lei potrebbe prescriverti alcuni antidolorifici che ti aiuteranno. Una volta che il dolore si sarà attenuato, noterai un ulteriore irrigidimento dell’articolazione della spalla e potresti aver bisogno di alcuni esercizi riabilitativi per riportare la spalla alla massima forza.

Perché ho dolore al polpaccio? Potrebbe essere la trombosi venosa profonda

Una giovane donna si presenta al suo studio di podologo con dolore e gonfiore al polpaccio. È stata vista due settimane prima e le è stato riscontrato un osso fratturato al piede. Per trattare questa condizione, le è stato dato uno stivale CAM (gesso per camminare) per stabilizzare la frattura. I farmaci attuali che sta assumendo includono contraccettivi orali (pillole anticoncezionali). Qual è la causa del suo dolore?

Definizione di trombosi venosa profonda (TVP)

La capacità del sangue di coagularsi gioca un ruolo importante nella guarigione. Dopo una lesione che causa sanguinamento, le piastrine e la fibrina si aggregano per formare una barriera durevole al flusso sanguigno. Questo previene la perdita di sangue dal corpo e facilita il processo di guarigione. Tuttavia, questo processo può verificarsi in momenti non necessari, con conseguente blocco indesiderato del flusso sanguigno nei vasi sanguigni. Un sito comune per la coagulazione del sangue andata storta è la vena profonda del polpaccio.

La trombosi venosa profonda, o TVP, si verifica quando si forma un coagulo di sangue nella vena profonda del polpaccio. Potresti aver sentito parlare di episodi di TVP causati dallo stare seduti o sdraiati per un lungo periodo di tempo, ad esempio su un aereo o in un letto d’ospedale. Un lungo periodo di immobilità rallenta il flusso sanguigno nelle vene, che è un importante fattore di rischio per la formazione di coaguli. La TVP può anche verificarsi dopo l’intervento chirurgico a causa di danni alla parete del vaso venoso.

L’ipercoagulabilità del sangue è un altro motivo per cui può insorgere la TVP. L’ipercoagulabilità è uno stato di eccessiva coagulazione nel sangue e potrebbe essere il motivo per cui il paziente nell’esempio sopra si presenta oggi alla clinica. Gli estrogeni supplementari derivanti dall’uso di contraccettivi possono aumentare la coagulabilità del sangue. Si noti inoltre che la paziente è arrivata con un deambulatore CAM, che l’ha resa immobile per un considerevole periodo di tempo e ha aumentato il rischio di sviluppare TVP.

Altri fattori di rischio includono gravidanza, fumo o condizioni genetiche come la trombofilia.

Presentazione clinica

Un paziente con TVP può presentare dolore a una gamba che migliora quando la gamba è sollevata. Rossore, gonfiore e tenerezza sono altri sintomi da tenere in considerazione. Va notato, tuttavia, che un paziente con TVP potrebbe non manifestare alcun sintomo.

Potenziali complicazioni

Una delle principali preoccupazioni per lo sviluppo della TVP è la possibilità che parti del coagulo si rompano, formando un embolo. Un embolo scorre attraverso il sangue e può depositarsi in una posizione a valle. Un’embolia polmonare è una complicanza pericolosa che si verifica quando una parte del coagulo si rompe e si blocca in un’arteria dei polmoni. I sintomi dell’embolia polmonare includono un’improvvisa mancanza di respiro e tosse. I pazienti che manifestano questi sintomi devono visitare immediatamente il pronto soccorso. Questa condizione può essere pericolosa per la vita!

Esame fisico

Quando un podologo sospetta una TVP, ci sono alcuni semplici test fisici che possono essere eseguiti come strumenti di screening. Alcuni pazienti possono mostrare dolore quando il loro piede è esteso verso la caviglia, provocando un segno positivo di Homan. Un segno positivo di Bancroft si osserva quando il paziente avverte dolore quando il medico stringe il polpaccio dalla parte anteriore e posteriore. Nessuno di questi test può confermare in modo assoluto la presenza di una TVP, ma può certamente aiutare nella diagnosi se combinato con la storia del paziente e ulteriori test diagnostici.

Test diagnostico

L’uso di un’ecografia duplex è un modo infallibile per confermare la diagnosi di TVP. Questa procedura non invasiva misura i vasi sanguigni nel polpaccio del paziente per rilevare irregolarità nel flusso. Quando si osserva un blocco del flusso è presente un trombo.

Può essere utilizzato anche un test del d-dimero. Il D-dimero è un frammento di fibrina, una delle molecole coinvolte nella costruzione di un robusto coagulo nei vasi sanguigni. Il sangue viene prelevato dal paziente e viene misurato il livello del d-dimero. Se il livello misurato è alto, indicando un test positivo, è possibile eseguire ulteriori test per confermare la TVP. Questo test viene solitamente utilizzato quando c’è una bassa probabilità che il paziente abbia TVP perché un test negativo lo esclude.

Trattamento

L’importanza del trattamento della TVP, anche se asintomatica, è prevenire il verificarsi di complicanze più letali come un’embolia polmonare. Gli anticoagulanti possono essere prescritti allo scopo di raggiungere questo obiettivo sciogliendo il coagulo o impedendogli di ingrandirsi. Questi farmaci includono iniezioni di eparine a basso peso molecolare (LMWH) o Coumadin orale.

Possono essere adottate misure profilattiche anche nei pazienti a rischio di sviluppare TVP. Le calze a compressione possono essere utilizzate su pazienti allettati per un lungo periodo di tempo. Gli anticoagulanti possono anche essere usati a scopo profilattico. È importante consigliare ai pazienti che hanno avuto episodi precedenti o che sono a rischio di coagulazione di non rimanere seduti troppo a lungo quando volano per lunghe distanze poiché ciò può causare lo sviluppo di TVP.

Se stai leggendo questo perché pensi che questo potrebbe essere ciò che sta causando il tuo dolore al polpaccio, chiama il 911 o vai subito al pronto soccorso più vicino!

Anche nel dolore, hai il potere di uno

Appartengo al Rotary e ne ho tratto beneficio. Un recente incontro è iniziato con una poesia sul potere di una persona. Era una poesia commovente e il Rotariano che l’ha letta ha detto che ognuno di noi aveva il potere di rendere il mondo un posto migliore. Quando sono tornato a casa ho cercato la poesia su Internet e l’ho trovata.

Secondo l’ultimo verso, un passo inizia un viaggio, una parola inizia una preghiera, una speranza solleva il tuo spirito. Sapevo di avere questo potere. L’ho usato?

Guardando indietro, mi sono reso conto di averlo usato. Nel 2007 quattro membri della mia famiglia, mia figlia (madre dei miei nipoti gemelli), suocero, fratello ed ex genero, sono morti. Quattro morti in nove mesi sono state così scioccanti che ero quasi immobile. Fortunatamente, avevo esperienze passate con la morte e sono stato in grado di valutare il mio dolore.

Sapevo che un passo avrebbe iniziato il mio viaggio di recupero. Quel passo era scrivere del dolore e mi sono seduto al computer e ho espresso la mia anima in parole. Ancora più importante, ho fatto una promessa a me stesso: Scriverò per un anno, mi fermerò e valuterò la mia vita. Per me scrivere era e continua ad essere un’esperienza spirituale, simile a una preghiera.

Prima di iniziare a scrivere ho meditato per alcuni istanti. Ho meditato sul fatto che io e mio marito diventassimo tutori dei nostri nipoti. Ho meditato sul mio nuovo ruolo nelle loro vite, non come genitore sostituto, ma come nonna amorevole. I mesi sono passati e le mie meditazioni hanno funzionato nella mia scrittura.

È successo qualcos’altro di importante. Mentre le pagine del calendario si trasformavano in quattro persone – due nonni amorevoli e due adolescenti energici – si sono fuse in una famiglia. Abbiamo parlato di più, ci siamo soffermati a tavola e abbiamo riso insieme. Nostro nipote ha iniziato a fare domande mediche a mio marito, un medico in pensione. Nostra nipote, lei stessa una scrittrice meravigliosa, ha iniziato a chiedermi di scrivere. Oggi, la nostra casa è la casa in cui tornano e penso che gli piaccia tornare a casa.

Ogni pausa universitaria, ogni vacanza, li aspettiamo con impazienza. Aspettiamo il suono della porta sul retro che si apre, i passi sul pavimento e la chiamata: “Ciao, sono a casa!” Entrambi i gemelli si sono diplomati al liceo con lode, hanno ricevuto borse di studio e stanno riuscendo al college. I loro risultati danno a noi e a loro una speranza per il futuro.

Ma devo essere onesto. A volte sono tornato indietro nel percorso di recupero e ho quasi perso la speranza. Con l’aiuto dei membri della famiglia, degli amici e della nostra chiesa, sono stato in grado di tornare di nuovo sul sentiero. Conoscevo anche me stesso, usavo le mie capacità di coping e ne creavo di nuove. Per dirla in un altro modo, ho creduto nel mio potere di uno.

Non importa dove ti trovi nel tuo viaggio doloroso, hai questo potere. Puoi trasformare i pensieri negativi in ​​positivi, la colpa in accettazione, la disperazione in speranza. Non è facile, lo so, ma lo spirito umano è resistente e tu puoi farlo. Quando l’oscurità svanisce e la luce inizia ad apparire, inizia a pianificare la nuova vita che ti aspetta. Vai su Internet, trova la poesia “The Power of One” di un autore anonimo e leggila ad alta voce.

Leggila spesso, perché questa poesia può aiutarti a sfruttare il tuo potere personale.

Copyright 2013 di Harriet Hodgson

Trattamento per il dolore ortopedico

Se senti dolore durante le normali attività quotidiane, hai bisogno di aiuto. È particolarmente importante trovare un ospedale che gestisca il tuo caso individualmente e affronti tutte le cose di cui potresti avere a che fare, hai bisogno di cure specialistiche e un team di ortopedici dovrebbe essere in grado di offrirti aiuto in diversi campi per garantire che tutte le questioni vengono gestiti nel modo più esclusivo e rapido possibile. Questi sono i tipi di persone che possono gestire i casi di emergenza in ambito ortopedico.

Definizione

Questo è un campo della medicina che ruota attorno al trattamento e allo studio del sistema muscolo-scheletrico. Questo è soprattutto i muscoli, le articolazioni e la colonna vertebrale. Questa è un’area che si occupa delle correzioni dei disturbi e della correzione delle deformità legate al proprio sistema muscolo-scheletrico. Ciò significa che l’ortopedia è molto vicina al trattamento e alla gestione del mal di schiena.

La cura ortopedica di solito impiega diversi tipi di tecniche di gestione tra cui la terapia fisica, il trattamento manuale e il tutore. Il tutore viene eseguito in modo da gestire diversi tipi di disfunzioni spinali come l’articolazione sacroiliaca, la scoliosi e il mal di schiena cronico.

Sindrome del tunnel carpale

Questa è una sindrome che viene spesso definita CTS. Porta a intorpidimento, debolezza, formicolio, dolore e altri tipi di problemi all’interno della mano a causa della pressione sul nervo mediano all’interno del polso. Questo nervo ha diversi tendini che attraversano la tua mano attraverso il tunnel carpale. È questo nervo che controlla il movimento e le sensazioni nel pollice e nelle tre dita ad eccezione di quello piccolo. Quando questo nervo viene messo sotto pressione, può causare CTS.

La pressione esercitata può provenire da qualsiasi cosa, il che fa sembrare il tunnel più piccolo. Ci sono malattie che possono causare questo come il diabete, l’artrite reumatoide o anche l’ipotiroidismo. Ci sono altre cause come il recupero precoce dopo il parto a causa del fluido nelle estremità, la gravidanza, le considerazioni posturali e le differenze ormonali.

Il trattamento di questa sindrome può includere opzioni non chirurgiche come la terapia fisica, l’esercizio sulle dita, la mano e il polso. Si può anche indossare un tutore per immobilizzare l’articolazione. Questa è un’area comune su cui si concentrano gli ortopedici. È importante notare che questa è solo una delle aree che possono essere interessate.

Chirurgia artroscopica

In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico, soprattutto quando il dolore è eccessivo. Le diverse operazioni possono includere costruzioni del LCA, ricostruzioni della cuffia dei rotatori, ricostruzione della spalla e persino sostituzione dell’articolazione.

Ci sono altre aree che vengono trattate con un intervento chirurgico avanzato. Includono interventi chirurgici alla caviglia e ai piedi, riparazione dei tendini dei tricipiti e dei bicipiti. Vengono trattate anche le anomalie congenite della mano.

La tua mano può avere anomalie direttamente dalla nascita e questo può causare molte restrizioni a una mano che invecchia e vuole interagire con l’ambiente circostante. Diversi ortopedici hanno il know-how e la formazione per gestire in modo soddisfacente diverse classificazioni e gradi di anomalie.

L’artrite reumatoide è un’altra area coperta. La malattia dura molto a lungo e può colpire una parte enorme della popolazione.

Cosa c’è sotto il tuo dolore sciatico?

Non passa settimana in cui non incontro qualcuno che convive con il dolore sciatico. Questo è il dolore ai lati della parte bassa della schiena che colpisce i glutei e talvolta anche la parte posteriore delle gambe. I due nervi sciatici sono i nervi più lunghi del sistema nervoso umano. Quando questi nervi sono danneggiati, mettono a dura prova la funzione quotidiana di una persona.

Questo dolore non deve significare una vita di antidolorifici e mobilità limitata. Il dolore sciatico non è una condanna a vita. Non solo è possibile eliminare completamente questo dolore, ma con una cura proattiva, è realistico aspettarsi che non torni mai più.

Il primo passo verso la libertà è capire come il nervo è stato danneggiato. Lo stile di vita moderno del nordamericano medio è brutale sulla colonna vertebrale. Restiamo seduti per periodi di tempo più lunghi, i nostri girovita si stanno espandendo e lavoriamo più duramente che mai per realizzare l’idea di successo del mondo. Stare seduti immobili per ore e poi piegarsi, sollevarsi o torcersi: questo provoca uno sforzo incredibile sulle vertebre nella parte bassa della schiena. Quando le vertebre scivolano fuori allineamento, si parla di sublussazione. Le sublussazioni causano una pressione pericolosa sul sistema nervoso inibendo, o addirittura interrompendo, la capacità del nervo di ricevere messaggi dal cervello, che è il fondamento del funzionamento del nostro corpo.

La verità è: non sono eccessivamente preoccupato per il dolore causato quando il nervo sciatico è danneggiato. Non ho dubbi che il dolore sia debilitante e renda la vita estremamente difficile; Mi sento per te Ma sono più preoccupato per il fatto che i nervi sciatici sono ciò che controlla la funzione dei sistemi urinario e riproduttivo. Quando le vertebre L4 e L5 sono sublussate, i nervi sciatici non sono in grado di fare ciò per cui sono stati costretti.

Una delle mie pazienti, la chiameremo Mary, è arrivata lamentandosi del dolore sciatico. Durante lo studio della sua storia clinica, abbiamo scoperto che anche Mary soffriva di incontinenza; qualcosa che non aveva mai pensato fosse correlato al dolore nella parte bassa della schiena. Dopo una regolare cura chiropratica, non solo il dolore è scomparso, ma ha ripreso il pieno controllo della sua vescica. Liberando il passaggio dal cervello ai nervi, il corpo di Mary entrò in modalità di guarigione e riacquistò la piena funzionalità. Mary ha 67 anni.

Un’altra paziente, chiamiamola Susanne, stava cercando di rimanere incinta da due anni quando ha varcato la nostra porta con dolore alla schiena sciatica. Di nuovo, non avrebbe mai immaginato che uno avesse qualcosa a che fare con l’altro. È per me una grande gioia riferire che con una regolare cura chiropratica, Susanne è ora felicemente incinta.

“Ma Matt,” potresti dire, “ho visto un chiropratico anni fa e sono andato in fisioterapia. Semplicemente non se ne andrà.”

Forse hai già visto i medici riguardo al tuo dolore sciatico e niente ha aiutato. O cosa più frustrante: forse è andato via brevemente solo per tornare ruggendo. È importante ricordare che non tutti i tipi di riabilitazione sono uguali, anche all’interno della medicina. Il modo in cui un medico di famiglia tratta una preoccupazione è diverso dall’approccio adottato da un altro medico. Non perdere la speranza. Solo perché hai già riversato energia nella riabilitazione, in diversi tipi di esercizi o nelle manipolazioni della colonna vertebrale non significa che hai esaurito tutte le opzioni. Abbiamo assistito a centinaia di storie di successo di pazienti che una volta erano senza speranza. Rimani sempre fiducioso.

Sì; La cura chiropratica è utile per eliminare il dolore. Ma più importante di ogni altra cosa, è un passo fondamentale nella tua routine per mantenere la tua salute generale. Prendi una decisione importante per iniziare oggi la cura chiropratica e inizia a vedere tutto ciò di cui il tuo corpo è capace.