Qual è lo scopo dell’aumento del seno e quali tipi di protesi sono disponibili?

Se desideri aumentare le dimensioni del tuo seno, l’aumento del seno (chiamato anche mastoplastica additiva) sarebbe l’opzione migliore da prendere. In base alla descrizione fornita dalla Australasian Foundation for Plastic Surgery, tale operazione comporta l’inserimento di protesi nel seno.

L’aumento del seno ha lo scopo solo di migliorare la tua bellezza?

Tuttavia, non dovresti presumere che l’aumento del seno abbia solo lo scopo di migliorare la bellezza, poiché l’operazione è anche abbastanza utile nelle procedure chirurgiche ricostruttive. Ciò è particolarmente vero nelle situazioni in cui è stata eseguita la mastectomia.

Considerando che tale intervento di chirurgia estetica influirebbe sui tessuti del tuo corpo, devi solo cercare i servizi di un medico altamente qualificato. Se non lo fai, ti esporresti a un rischio di complicazioni inutilmente alto.

Quale tipo di protesi mammarie vengono utilizzate oggi?

Oltre a cercare il chirurgo più competente, devi anche cercare il miglior tipo di impianto per il tuo seno. Ciò è particolarmente vero perché il tipo di protesi utilizzate per l’aumento del seno è stato in continua evoluzione, a seguito dei rapidi progressi nella competenza tecnologica medica.

In effetti, i primissimi tipi di impianti, utilizzati all’inizio del 1800, includevano materiali come cartilagine di bue, gomma silastica e frammenti di polietilene. Sicuramente non vorresti avere tali materiali alloggiati nel tuo seno, a causa della loro natura rudimentale.

Gli impianti moderni sono altamente sofisticati e includono:

1. Protesi al silicone: nel tentativo di sviluppare protesi che non solo assomigliano al seno ma anche al tessuto mammario, sono state sviluppate protesi al silicone. Il gel all’interno di tali protesi è ciò che dà loro la sensazione del tessuto mammario naturale.

Inoltre, tali dispositivi sono stati progettati pensando alla sicurezza, in modo tale che il gel rimarrebbe comunque all’interno di un guscio, anche se l’impianto si rompe. Tuttavia, questo aspetto non nega la necessità di regolari visite di follow-up dal chirurgo, solo per assicurarsi che nulla vada storto.

2. Protesi saline: questa varietà offre un’alternativa al tipo di silicone. Tali impianti hanno due aspetti chiave che li distinguono dai tipi di silicone.

In primo luogo, invece di avere un interno riempito di gel, viene utilizzata acqua salata sterile. Il secondo aspetto riguarda il comportamento di un tale impianto in caso di rottura. Nel caso dei tipi di silicone, il gel rimarrebbe racchiuso in un guscio, ma l’acqua nelle protesi saline verrebbe facilmente assorbita nel corpo e verrebbe espulsa attraverso i processi naturali del corpo. Questo è possibile perché l’acqua salata sterile non è dannosa per il tuo corpo.

3. Impianti di tipo testurizzato: l’aspetto unico degli impianti di tipo testurizzato è che sono progettati per aderire al tessuto mammario esistente, diventando quindi immobili. Ciò è possibile grazie al tessuto cicatriziale che si forma naturalmente attorno all’impianto. Questo aspetto aiuta a ridurre la formazione di cicatrici strette, che altrimenti si formerebbero in altri tipi di impianti.

4. Impianti lisci: se si desidera un impianto mobile piuttosto che la varietà immobile e strutturata, il tipo liscio sarebbe la scelta preferita. Questa varietà conferisce al tuo seno artificiale un movimento naturale, rendendo l’impianto meno evidente.