Va bene fallire – senza fallire non c’è successo

La paura può interferire (o dovrebbe essere “inter-paura”?) Con i nostri progressi come leader, come imprenditori, come obiettivi da raggiungere. Possediamo tutti un certo livello di paura, quindi la buona notizia è che non siamo soli! La notizia migliore è che quando impari a controllare la tua paura, impari a esercitare uno dei tuoi più grandi poteri: il potere di scegliere!

Facciamo una chiacchierata sulla paura … essenzialmente la paura può essere suddivisa in tre categorie fondamentali: paura del fallimento, paura della critica o del rifiuto e paura dell’ignoto. Sebbene uno di questi possa farti diventare immobile, di solito è una combinazione di tutti e tre che crea la maggiore difficoltà. Uno sguardo più attento alle caratteristiche di queste paure le rivelerà per quello che sono realmente: ostacoli immaginari al nostro successo.



Paura di sbagliare

È fin troppo comune per le persone desiderare davvero qualcosa ma non tentare nemmeno di inseguirlo. Perché? Possiamo attribuirlo alla paura di fallimento. Se riconosciamo che non provando il fallimento è certo, la comicità di questo pensiero diventerebbe chiara. Sfortunatamente, questa nozione di non andare per le cose che vogliamo veramente è un evento normale per molti di noi. Perché? Tendiamo a perdere la prospettiva di cosa significhi fallire. Con il fallimento, arriva l’opportunità di imparare e crescere. In altre parole, fallire è imparare. Hai mai provato un nuovo sport? Forse lo snowboard? So di aver passato più tempo sul mio sedere e facendo piante sulla neve di quanto non lo abbia passato con lo snowboard quel primo giorno. Sapevo che stavo per cadere, era praticamente garantito! L’unico modo in cui non sarei caduto era se non avessi mai lasciato la cima della pista da sci. Sono caduto, ma sono andato avanti e ho fatto progressi. Sono caduto di nuovo, ma sono andato avanti e ho fatto progressi. Il giorno dopo non sono caduto tanto e ho anche fatto qualche run senza cadere. Il punto è che senza fallimento non c’è progresso. Quando smetti di fallire (o cadere), smetti di imparare. Il fallimento è importante al successo quando lo vedi come un file opportunità imparare.

Paura delle critiche

Diciamo che Lucy, una commessa, chiede un ordine e non lo riceve; tutto ciò significa che semplicemente non ha ricevuto l’ordine. Ogni volta che ciò accade, Lucy spesso vede la transazione in modo diverso e la conclude lei, non il prodotto, era respinto. Lucy inizia quindi a convincersi di non essere una brava venditrice come i suoi colleghi e che probabilmente non è degna dell’ordine. Quindi smette di chiedere ordini piuttosto che rischiare la possibilità di essere rifiutati. A questo punto, Lucy e qualsiasi venditore in questa situazione dovrebbero fermarsi e mettere le cose in prospettiva. Deve rendersi conto che il suo valore come individuo non è in gioco, ma solo l’ordine di vendita a portata di mano.

Paura dell’ignoto

Molte volte, il nostro bisogno di sicurezza (il bisogno di sentirci al sicuro), ci fa avere paura in quelle situazioni in cui non lo siamo sicuro cosa succederà. La nostra paura di cosa potrebbe o potrebbe non può farci evitare di fare quelle cose che FARANNO accadere ciò che vogliamo che accada.

Conquista la paura

Ciascuna delle paure menzionate in precedenza può ostacolare il successo, la crescita e il raggiungimento degli obiettivi, quindi è importante ricordare che ognuno di noi possiede la paura in una certa misura. La paura è inibitoria solo quando è consentito controllare la tua vita nella misura in cui provoca inattività e indecisione. Quando eserciti il ​​controllo sulla tua paura, eserciti uno dei tuoi più grandi poteri … il potere di scegliere!

Le paure sono pensieri. Perché hai il potere di esercitare il controllo completo sulla tua mente, tu può sostituire il pensiero pauroso con idee positive, aspettative realistiche e un nuovo atteggiamento nei confronti delle “esperienze di apprendimento”.

Il coraggio è più grande della paura e tu possiedi il coraggio di vincere la tua paura

Cosa c’è sotto il tuo dolore sciatico?

Non passa settimana in cui non incontro qualcuno che convive con il dolore sciatico. Questo è il dolore ai lati della parte bassa della schiena che colpisce i glutei e talvolta anche la parte posteriore delle gambe. I due nervi sciatici sono i nervi più lunghi del sistema nervoso umano. Quando questi nervi sono danneggiati, mettono a dura prova la funzione quotidiana di una persona.

Questo dolore non deve significare una vita di antidolorifici e mobilità limitata. Il dolore sciatico non è una condanna a vita. Non solo è possibile eliminare completamente questo dolore, ma con una cura proattiva, è realistico aspettarsi che non torni mai più.

Il primo passo verso la libertà è capire come il nervo è stato danneggiato. Lo stile di vita moderno del nordamericano medio è brutale sulla colonna vertebrale. Restiamo seduti per periodi di tempo più lunghi, i nostri girovita si stanno espandendo e lavoriamo più duramente che mai per realizzare l’idea di successo del mondo. Stare seduti immobili per ore e poi piegarsi, sollevarsi o torcersi: questo provoca uno sforzo incredibile sulle vertebre nella parte bassa della schiena. Quando le vertebre scivolano fuori allineamento, si parla di sublussazione. Le sublussazioni causano una pressione pericolosa sul sistema nervoso inibendo, o addirittura interrompendo, la capacità del nervo di ricevere messaggi dal cervello, che è il fondamento del funzionamento del nostro corpo.

La verità è: non sono eccessivamente preoccupato per il dolore causato quando il nervo sciatico è danneggiato. Non ho dubbi che il dolore sia debilitante e renda la vita estremamente difficile; Mi sento per te Ma sono più preoccupato per il fatto che i nervi sciatici sono ciò che controlla la funzione dei sistemi urinario e riproduttivo. Quando le vertebre L4 e L5 sono sublussate, i nervi sciatici non sono in grado di fare ciò per cui sono stati costretti.

Una delle mie pazienti, la chiameremo Mary, è arrivata lamentandosi del dolore sciatico. Durante lo studio della sua storia clinica, abbiamo scoperto che anche Mary soffriva di incontinenza; qualcosa che non aveva mai pensato fosse correlato al dolore nella parte bassa della schiena. Dopo una regolare cura chiropratica, non solo il dolore è scomparso, ma ha ripreso il pieno controllo della sua vescica. Liberando il passaggio dal cervello ai nervi, il corpo di Mary entrò in modalità di guarigione e riacquistò la piena funzionalità. Mary ha 67 anni.

Un’altra paziente, chiamiamola Susanne, stava cercando di rimanere incinta da due anni quando ha varcato la nostra porta con dolore alla schiena sciatica. Di nuovo, non avrebbe mai immaginato che uno avesse qualcosa a che fare con l’altro. È per me una grande gioia riferire che con una regolare cura chiropratica, Susanne è ora felicemente incinta.

“Ma Matt,” potresti dire, “ho visto un chiropratico anni fa e sono andato in fisioterapia. Semplicemente non se ne andrà.”

Forse hai già visto i medici riguardo al tuo dolore sciatico e niente ha aiutato. O cosa più frustrante: forse è andato via brevemente solo per tornare ruggendo. È importante ricordare che non tutti i tipi di riabilitazione sono uguali, anche all’interno della medicina. Il modo in cui un medico di famiglia tratta una preoccupazione è diverso dall’approccio adottato da un altro medico. Non perdere la speranza. Solo perché hai già riversato energia nella riabilitazione, in diversi tipi di esercizi o nelle manipolazioni della colonna vertebrale non significa che hai esaurito tutte le opzioni. Abbiamo assistito a centinaia di storie di successo di pazienti che una volta erano senza speranza. Rimani sempre fiducioso.

Sì; La cura chiropratica è utile per eliminare il dolore. Ma più importante di ogni altra cosa, è un passo fondamentale nella tua routine per mantenere la tua salute generale. Prendi una decisione importante per iniziare oggi la cura chiropratica e inizia a vedere tutto ciò di cui il tuo corpo è capace.