Sintomi dell’artrite reumativa

L’artrite reumatoide è una condizione a lungo termine che colpisce ogni persona in modo diverso. Per alcuni può verificarsi a lungo, mentre per altri le remissioni possono essere più brevi. Quando la condizione reumatica non è attiva, i sintomi possono essere assenti. Le persone con diagnosi di questa malattia possono avere la condizione inattiva anche per un mese.

Sebbene possa coinvolgere varie parti del corpo, le principali strutture interessate sono le articolazioni. Quando diventa attivo, questo è il momento in cui le articolazioni si infiammano. Nel normale processo, l’infiammazione è dovuta alla reazione del corpo alle infezioni o ad altri attacchi dannosi di pericolosi organismi estranei. Ma per l’artrite reumatoide, l’infiammazione si verifica all’interno dei normali processi corporei con ragioni non note.

Le articolazioni che l’artrite reumatoide colpisce più di solito sono le mani, in particolare le nocche. Ciò è dovuto al motivo per cui queste prominenze ossee sono le più soggette a subire pressione. Ma poi, i sintomi reumatoidi possono svilupparsi anche in qualsiasi articolazione, come i polsi, il collo, le ginocchia, le spalle, i gomiti e persino nelle mascelle. In quasi tutti i casi, le articolazioni sono colpite simmetricamente.

Il segno distintivo dell’artrite reumatoide è l’infiammazione delle articolazioni insieme a questi sintomi reumatoidi.

Uno dei sintomi dell’artrite reumatoide sperimentati da individui con diagnosi di artrite reumatoide è la rigidità. Le articolazioni diventano più dure, quindi la mobilità e la destrezza sono influenzate. Il sintomo del marchio è “rigidità mattutina”. Queste persone aspettano un’ora o più affinché le loro articolazioni si rilassino e il movimento sia tollerabile.

Il prossimo è il gonfiore. L’accumulo di liquido nelle articolazioni colpite si traduce in aree articolari edematose. L’accumulo di liquido provoca anche una maggiore rigidità.

Il dolore è anche tra i sintomi reumatoidi. Le articolazioni sono tenere, sensibili e dolorose. L’infiammazione cronica provoca danni alle articolazioni.

Sono state osservate anche aree articolari calde e rosse. L’eritema o il rossore dell’area tende anche ad essere visibile nei muscoli e nella pelle vicini.

Si avvertono anche stanchezza o sensazioni di eccessiva stanchezza, poiché l’artrite reumatoide è una condizione sistemica che può colpire il corpo in generale.

Il malessere, chiamato anche debolezza generale del corpo, è evidente nei pazienti con artrite. Queste persone si sentono male.

È anche evidente l’anoressia, o il termine medico per la perdita di appetito. Questo porta alla perdita di peso.

Si nota anche dolore muscolare, poiché i muscoli coprono le articolazioni. L’infiammazione delle articolazioni porta all’atrofia muscolare o alla morte dei tessuti perché i muscoli diventano immobili a causa del dolore e della rigidità.

I sintomi dell’artrite reumatoide sono spesso paragonati all’influenza, ma possono essere meno gravi e possono durare per periodi più brevi. Può influenzare il corpo in generale, quindi oltre alle principali strutture coinvolte che sono le articolazioni, altre parti del corpo possono essere notevolmente influenzate. In casi da moderati a gravi, più organi del corpo possono essere gravemente danneggiati.

Pertanto, quando una persona sta vivendo sintomi reumatoidi, la diagnosi precoce da un medico, un intervento precoce e trattamenti aggressivi, se possibile, sono altamente raccomandati. In questo modo, i sintomi vengono gestiti durante la fase iniziale e la progressione dell’artrite reumatoide viene differita e si verificheranno meno danni.

Quando si hanno sintomi, un trattamento precoce e aggressivo può aiutare a prevenire ulteriori sintomi e arrestare la progressione dell’artrite reumatoide.

Lascia un commento