Perché i cristiani falliscono nel marketing su Internet

Un cristiano inizia a pensare al marketing online e desidera commercializzare nel mercato Internet cristiano. Dopo alcune ricerche approfondite, scopre che il mercato Internet cristiano è saturo di programmi multilivello, per arricchirsi velocemente, regali, schemi Ponzi e programmi di navigazione. Il cristiano sceglie di essere coinvolto in uno degli schemi sopra menzionati, pensando che sia ciò che i cristiani stanno cercando, oppure decide che i cristiani non sono disposti a pagare per buoni contenuti o servizi online.

Sfortunatamente, il cristiano ha torto su entrambi i conti. I cristiani sono disposti a pagare per buoni contenuti e servizi online, ma purtroppo ci sono pochissimi buoni servizi cristiani online. Perché? Perché gli operatori di marketing, sia cristiani che secolari, hanno supposto che i cristiani non pagheranno per i prodotti online, perché non sono disposti a spendere soldi online. Quello è il problema. Mentre molti cristiani, nei primi anni di Internet, potrebbero essere stati riluttanti a spendere soldi online, con l’avvento di filtri Internet e software di screening migliori, sempre più cristiani trascorrono del tempo online. Sostengo che l’unica ragione per cui non spendono più soldi online è a causa della scarsità di buoni contenuti cristiani online. Credo che ci sia un’evidente assenza di buoni contenuti cristiani online, e credo che coloro che si fanno avanti nel 2006 e forniscono il contenuto diventeranno ricchi facendolo.

Potrebbe essere un’affermazione audace e alcuni di voi smetteranno di leggere proprio ora. Vai avanti.

Quelli di voi che stanno ancora leggendo, pensateci per un momento. Qual è il momento migliore per essere coinvolti in una nuova finestra di opportunità? Quando diventa per la prima volta una nuova finestra di opportunità, giusto? Sostengo che quest’anno, il 2006, sarà un anno di svolta per il marketing e le vendite online cristiani.

Adesso portami qui. NON intendo più schemi Ponzi e giochi multi-livello. Intendo contenuti basati sul web buoni, cristiani, fondati, pieni di informazioni utili. Contenuti come materiali informativi che insegnano argomenti cristiani popolari come l’auto-miglioramento cristiano, gli appuntamenti cristiani, il successo cristiano e i valori cristiani. Prodotti come libri cristiani, video cristiani, siti web cristiani, strumenti di marketing cristiani e studi cristiani.

Un altro punto vitale qui. Questi prodotti devono essere due cose:

1) Prodotti basati sulla fede in buona fede che non si vergognino dell’identità cristiana e

2) Prodotti di alta qualità che contengono tanto o più contenuto buono quanto un prodotto secolare concorrente. Non si può pensare che solo perché un cristiano vede un prodotto con un’etichetta cristiana che chiuderà la vendita. Deve valere ogni centesimo a cui lo prezzo.

Se vuoi essere coinvolto nel marketing Internet cristiano, ora è il momento. Fallo.

Lascia un commento