How to Read Tea leaves for Fun or Profit

The ancient art of reading tea leaves in a cup is quite simple, and can be learned in a very short time. Although psychics throughout the ages have used it as a system of divination, any one can learn to master the techniques involved. Before long you will be making predictions about the future for friends and family. You don’t need to posses any psychic ability; all that’s really required is patience to understand the various symbols and their meanings. However, as with all divinatory systems constant use can have the effect of developing and stimulating your natural intuitive ability.

Adding clairvoyancy to the skill will give you a deeper insight into the metaphysical energy surrounding the process. Reading tealeaves is a fun way of stimulating the imagination and tapping into the unconscious mind and listening to your inner self for answers to problems or dilemmas that you may have. The process also links in with Carl Jung’s theory of the ‘Collective uconsciousness’, where by ones intuition isn’t limited by the constraints of space or time. It’s through this that tealeaf readers can look into a persons past, present or future.

The ancient practice of interpreting patterns made by tealeaves in the cup is called Tasseography, otherwise known as tasseomancy or tassology. “Tasse” or “tass” is an Arab word, meaning small cup or goblet. The art also includes the reading of coffee grounds and wine sediments. In China and Japan tea drinking had a ceremonial use and an aid to meditation. A reader would watch for omens in the patterns and shapes left after drinking the tea. Although tealeaf reading is associated with Gypsy fortune-tellers and Victorian parlour games it’s roots began in Asia, ancient Greece and the Middle East. In recent history it has close ties with Scottish, and Irish tradition as well as throughout Eastern Europe.

Historically, a psychic often had a special cup that he or she would use for readings. Likewise a special spoon may be used to give it a sense of ritual. The cup, saucer and spoon should be first washed or cleansed by immersing it in hot soap and water and rinsing it with cold. Modern day psychics use cups with astrological markings printed on the inside. This not only gives a reading from the tealeaves but also provides information based on the astrological signs. The cup should have a wide brim and should be plain inside as any pattern would conflict with the interpretation of the leaves

Part of the ritual of reading tea leaves is in the act of sitting down and enjoying the tea in the company of fellow drinkers as this allows you to relax and gather your thoughts. Typically psychics choose not to use small commercially produced tealeaves but opt for the larger type i.e. Jasmin or Erl Grey etc. The person having the reading would be asked to spoon a measure of tea into a heated pot or directly into a china cup. Some psychics ask that the person receiving the reading stir the dried leaves before spooning them into the teacup or pot. This is seen as being similar to shuffling tarot cards before a reading. Boiling water is poured over the tea as the person receiving the reading stirs the pot or cup. At the same time he or she should concentrate on the particular question that they would like an answer to. The teapot is swirled and the tea poured into the cup.

When the tea is cool enough to drink the person receiving the reading sips the liquid whilst continuing to concentrate on the question. The person having his or hers tealeaf read should leave about a quarter of an inch of tea at the bottom of the cup. The cup should then be swirled around with the left hand three times in a clockwise direction so that the tealeaves are in a state of suspension. It is then flipped quickly facedown onto a napkin, which has been placed on the saucer thus leaving the tealeaves on the bottom and sides of the cup.

In order to interpret the images it may help if you slightly squint your eyes as you look at the leaves and allow your imagination to roam. Making a mental note of what you see; begin reading the cup clockwise, the handle representing the day of the teacup reading should be facing the reader The rest of the cup is divided into twelve months with the six month position being directly facing the handle. The leaves near the brim of the cup have more importance than those near the bottom. Some psychics say that images facing anticlockwise represent the significance is departing, whilst images facing clockwise mean the person requesting the reading is moving towards the occurrence.

Iterpretation of the symbols can be either exactly as they appear, for example a house, may mean contentment and home, or symbolically ie combined with a bell may mean good news or an invitation on it’s way. Contradicting images imply indecision in the person’s mind. Sometimes the top of the cup is seen as lucky and the bottom is seen as unlucky, but you should use your intuition and common sense when deciding this. The size of the symbol may give you clue to its importance. The rim represents the present or things that may happen within a few days or weeks. The sides predict the future. The bottom predicts the very distant future.

Like learning most things the more you practice the better you will get. The same applies to the art of tealeaf reading the more proficient you will become at it. The secrete is to trust your instinct, try and not allow your logic to interfere with what you see. At first you may only be able to see vague shapes, but with perseverance your competence and confidence will grow. The list of symbols and meanings below is far from complete but will help you get started. It would also be helpful to purchase a book with a more

comprehensive list of interpretations or alternatively, there are many resources available on the Internet. Ultimately, the interpretation should be left up to the reader, and no two readers are the same. The main thing about interpreting what you see is to learn to trust your intuition and gut feelings. You may find that certain symbols have a particular meaning for you alone and vary from the meanings listed below

Symbols and Interpretations :

Aeroplane :- Travel, going up in the world.

Anchor :- A journey ends.

Angel :- A blessing from your guides.

Bell :- Good news i.e. wedding etc.

Bird :- Good fortune on its way.

Book :- Look for further information.

Bottle :- Allurement, good social life.

Butterfly :- None serious about a relationship.

Clock :- Act now, a meeting soon to happen.

Moon :- Changes.

Cross :- Problems but outcome positive.

Cobweb :- something guarded or secure.

Dagger :- Fallout or plotting ahead.

Dog :- A faithful friend.

Flag :- Stay fast for good fortune.

Fish :- Spiritual progress.

Gate :- Change of circumstance, confidently proceed.

Heart :- Happy emotional things.

Key :- Solutions revealed soon.

Ladder :- promotion, improvement.

Mountain :- Problems, but conquerable.

Ring :- Changes for the better.

Scales :- Decisions need to balance things.

Trees :- A new start.

Teapot :- Warm-loving friends.

The Acineta Orchid

Acineta orchids are native to tropical America growing from southern Mexico to Peru. There are approximately 15 species of Acineta orchids which are mostly epiphytic but also lithophytic. The name Acineta comes from the Greek word akintos which means immobile which refers to the rigid immobile lip of the flower.

Acineta orchid foliage resembles the leaves of the Stanhopea and Lycaste orchids, and the flowers are similar to Peristeria. They have pendant racemes with many flowers. Some of the species are fragrant such as Acineta barkeri, beyrodtiana, chrysantha, erythroxantha, and superb.

Most Acineta orchids grow epiphytically in wet forests at altitudes between 2400 and 6000 feet. Grow in baskets in moist intermediate to cool temperatures. Use potting media that drains well, such as bark and sphagnum moss. Plants that get too warm will stress and drop leaves as well as form keikis at the top of the pseudobulbs. Acineta require low light levels equivalent to Phalaenopsis orchids. Humidity needs to be 50% or over for best results. Fertilize once a month. Let potting mix completely dry between watering. In growing season at moderate temperature water thoroughly once a week or so, depending on how dry it is and spray over head from day to day. Plant requires rest in winter time. Keep mostly dry during this time. Propagation is done by dividing the plants in early spring before the growing starts.

Acineta are prone to spider mites and scale. Always inspect new orchids for these pests before putting them with your existing plants to prevent spreading.

Acineta orchid flowers normally bloom from spring to early summer. 20 to 30 flowers is a common occurrence.

Coffee Beans and Genetic Engineering

Science Finally Uncovers Coffee’s Genetic Code

Scientists have finally managed to sequence the coffee bean genome, a significant technical breakthrough that, as well as giving us new insights into one of our favourite drinks, opens the door to genetic engineering.

Around sixty international scientists and researchers worked on the project to pinpoint all the genes that make up the Robusta coffee bean, the variety that makes up around 35 percent of the world’s coffee consumption. Other groups of researchers are still working on sequencing the more complex Arabica variety, which contains approximately twice the amount of genetic information as Robusta.

An unexpected discovery was made by the team in the process, however. The Robusta bean’s method of producing caffeine is completely different to the method used by the cocoa bean, implying that the two don’t have a common ancestor. It seems that pollinators like bees are more drawn to coffee plants than some other caffeine-bearing species, and it is the caffeine that draws these pollinators to keep coming back, ensuring the survival of the species. All clever stuff.

So what’s the point in sequencing the Robusta genome you may be asking? One reason is that if we know how the plants produces its’ caffeine in the first place, it could be possible to create a genetically modified bean containing no caffeine. This would mean that coffee beans wouldn’t have to go through the decaffeination process at all, they could just be grown to produce no caffeine, a bit like producing seedless grapes.

Of course, the very thought of growing GM coffee beans is bound to be unpopular with some, proven by the fact that a number of GMO coffee crops designed to be pest-resistant have already been vandalised or even destroyed in South America and Hawaii. However, the opposite argument is that genetically modified coffee bean crops, together with other plant-breeding technology may be the only realistic way for us to continue producing the volumes we need. Global warming, fungus and pests are causing increasing problems in some parts of the world, and diminishing crops in some parts of the world together with an expected continuation of the growth in consumption could ultimately lead to a shortage and therefore an increase in prices.

Starbucks (SBUX), Nestle (NESN:VX) and others are already taking precautions against such an eventuality, according to a recent article in Bloomberg Business Week. They have been involved in developing hardier varieties that are more resistant to pests and climatic extremes, and are aiming to distribute over 200 million plantlets to coffee growing regions within the next 6 years.

World Coffee Research is now attempting to decode the genome of nearly 1000 Arabica samples taken in the 50s and 60s to determine which strains can be crossbred to produce the hardiest plants. The hope is that the project with lead to the production of Arabica coffee plants that are more resistant to pests, rust, worms and disease and generate a yield of quality coffee beans without the risks of a failed crop.

So the sequencing of the Robusta genetic code is the first step in this process, as it’s a more simple type of the same basic plant, and is a huge leap forward in this particular field of research. The World Coffee Research blog post stated that having just half of the Arabica bean’s genome will accelerate their progress in breeding varieties that can withstand climate change and disease better than the crops we currently rely on.

One thing is certain – without the work of our scientists and researchers, we could be running short of coffee in the not-so-distant future. Not a future that bears thinking about!

Real Estate Characteristics

Real estate has several unique characteristics that affect its value. There are economic characteristics and physical characteristics. Real estate is a product to be purchased but it is different from anything else due to the characteristics that will be discussed here.

The economic characteristics that influence value are scarcity, improvements, permanence and area preference. Scarcity is simply demonstrated in the saying, “They aren’t making any more.” The supply of land has a ceiling and cannot be produced more than what exists today. This value of this supply however, is influenced by other characteristics.

Improvements, such as buildings on one parcel of land may have an effect on the value of neighboring parcels or the entire community. If a large company builds in a certain depressed neighborhood, the value of living their will probably increase because of the introduction of jobs. This value would impact on neighboring communities, thus increasing value in some ways to the real estate in these areas.

Permanence has to do with the infrastructure. As buildings, houses or other structures are demolished, the infrastructure, such as sewers, drainage, electricity, and water remain intact. Permanence effects real estate, or the type of infrastructure. If you buy a piece of land in an area with no utilities, drainage or paved streets, it will most likely be worth less than a parcel of land that has this infrastructure intact and developed.

Area preference refers to the choices of the people in any given area. This is usually referred to by most people when they talk about real estate as, “location, location, location.” The location of a preferred area, for whatever reasons, is what makes values of homes higher. Conversely, the location of a nonpreferred area, for whatever reason, is what makes the values of homes less. 8000 square foot brand new homes on the coast of Long Island’s, East Hampton will be worth much more due to their area preference, over an area with 1200 square foot starter homes in the middle of Long Island, located next to a garbage dump.

The physical characteristics of land represent its indestructible nature, immobility and nonhomogeneity. Working backwards, we’ll start with nonhomogeneity. This simply points out that no two parcels are the same. Two pieces of land may be very similar, but every single parcel is different geographically because each parcel is located in a different spot. This includes two lots right next to each other. It is important to remember that parcels are created by subdividing land, so as one large parcel of 20 acres is subdivided, each individual lot becomes its own separate piece of land.

Land cannot be moved, therefore it is immobile. Even when soil is torn from the ground, the part of the Earth’s surface will always remain. It is important here to note how this physical characteristic affects real estate law and markets. Immobility of land is the reason why real estate laws and markets are local in nature.

The indestructibility of land simply means that it is durable and cannot be destroyed. It can be damaged by storms and other disasters, but it remains and weathers the changing times and will always be there. This is a main reason why land is talked about as being a sound investment.

So the basic characteristics of real estate include scarcity, improvements to the land, permanence, area preference, nonhomogeneity, indestructibility and immobility. Please note there is a big difference between land and real estate. Land is the the part of the earths surface, subsurface and air above it. Real estate is anything that becomes attached to land. So when you’re looking for investments, it is important to note the infrastructure of the area, the surrounding neighborhood and the preferences of the area or…location, location, location!

Una distorsione alla caviglia e ghiaccio: cosa devi sapere

Nel periodo iniziale dopo una distorsione, la glassa aiuta a contenere il gonfiore. Soprattutto se hai una ferita più grave. Se sei praticamente immobile, la glassa è una buona idea per le prime 36 ore. Il problema è che questo è tutto ciò che fa la maggior parte delle persone. Questo è solo il primo passo verso la riabilitazione della caviglia. Ma, nelle prime 36 ore, il ghiaccio aiuterà a contenere il gonfiore e può essere usato come trattamento. Per quanto tempo dovresti tenere il ghiaccio sulla caviglia? E qual è il modo migliore per farlo?

Come regola generale, dovresti ghiacciare la caviglia per circa 15 minuti e poi togliere il ghiaccio per 20 minuti, poi ghiacciarlo di nuovo e così via. Il modo di gran lunga più efficace per ghiacciare la caviglia è metterlo in un lavandino o in un secchio di acqua ghiacciata. Sì, fa molto freddo, ma molto meglio che mettere una borsa di ghiaccio sulla caviglia. Sentirai sicuramente la differenza!

Ok, quindi ora sai come ghiacciarti la caviglia, ma questo ci porta a un altro problema. Dopo 36 ore, non otterrai abbastanza risultati per far valere la pena continuare a farlo. Posso praticamente garantire che la tua caviglia sarà ancora molto gonfia, rigida, contusa e immobile dopo 36 ore. Cosa poi?

Quindi, hai ridotto un po ‘il gonfiore con il ghiaccio, ma ora hai ancora una distorsione alla caviglia gonfia che riesci a muovere a malapena, figuriamoci camminare … giusto? Sfortunatamente, la maggior parte delle persone pensa di essere bloccata solo a riposare e ad elevarlo finché non guarisce. Questo può richiedere da 2 a 8 settimane. È un tempo molto lungo per un simile infortunio. A peggiorare le cose, una volta che sarai di nuovo in grado di camminare normalmente, la tua caviglia sarà ancora molto debole. In altre parole, la lesione iniziale crea tessuto cicatriziale che rende l’articolazione della caviglia inflessibile e debole. Cosa significa questo? Bene, correrai un rischio molto maggiore di ferirti di nuovo alla caviglia. Ma non è l’unico problema …

Se la caviglia è debole e rigida, cosa che si verifica naturalmente dopo un infortunio, ti esponi al rischio di dolori al ginocchio, all’anca e alla parte bassa della schiena. Perché? Inizia a diventare piuttosto tecnico, ma immagina che la tua caviglia non possa muoversi bene come prima dell’infortunio. Ciò influisce sul modo in cui cammini, corri e stai in piedi. Questi cambiamenti apparentemente piccoli (potresti anche non notare la differenza), hanno un grande effetto sulla catena cinetica che corre lungo il tuo corpo. Ho visto persone che soffrono di forti dolori alla spalla o al collo, perché le loro caviglie erano così deboli e immobili. ha influenzato la loro postura e creato squilibri muscolari che corrono lungo tutto il loro corpo.

Allora, cosa puoi fare per riabilitare correttamente la tua distorsione alla caviglia?

La buona notizia è che non sei condannato ad avere una caviglia debole e immobile per sempre. Ci sono esercizi e allungamenti che rafforzano specificamente l’articolazione della caviglia e guariscono il danno neuromuscolare che si verifica dopo una distorsione alla caviglia. Inoltre, riabilitando correttamente la caviglia, avrai un rischio molto inferiore di future lesioni alla caviglia e contribuirai a mantenere il tuo corpo libero dal dolore. Ho sviluppato un sistema per la riabilitazione della caviglia chiamato H.E.M. Si rivolge a ogni parte del processo di riabilitazione ed è stato incredibilmente efficace con i miei clienti.

La parte migliore del mio programma è che riduce drasticamente il tempo di guarigione. Invece di impiegare 2-8 settimane per guarire, i miei clienti camminano di nuovo normalmente in 3-5 giorni. No, non sto esagerando. Inoltre, il programma è estremamente facile da eseguire e può essere eseguito facilmente a casa o anche a letto, se sei immobile. Ho visto altri esercizi e allungamenti, ma tendono a risolvere solo una parte del problema e possono lasciare la caviglia non protetta da ulteriori lesioni. Inoltre, la maggior parte di questi esercizi non accelera rapidamente i tempi di recupero. È importante assicurarti di eseguire allungamenti ed esercizi che mirano davvero all’articolazione della caviglia correttamente per assicurarti di non causare danni e, allo stesso tempo, ottenere i massimi risultati.

Divinazione attraverso le foglie di tè

La prossima volta che lavi le tazze da tè dopo aver bevuto, potresti perdere l’occasione di predire il tuo futuro. Le foglie di tè sono state strumenti di predizione del futuro sin dal XVII secolo. Quest’arte di predire è famosa anche con nomi di tasseomanzia o tasseografia, il termine deriva dalla parola francese tasse (cup), che a sua volta deriva dall’arabo tassa (cup). La tassografia, altrimenti nota come tasseomanzia o tassologia, è l’arte della lettura delle foglie di tè. “Tasse” o “tass” è una radice araba, che significa piccola tazza o calice.

Si basa in gran parte sull’intuizione psichica. Il tè viene versato nella tazza senza usare un colino. Chi cerca fortuna consuma il tè, lasciando che le foglie rimangano sul fondo. Il rabdomante osserva il modello formato alla base e si riferisce ad alcuni simboli standard mentre osserva. Serpente (inimicizia o menzogna), vanga (fortuna attraverso l’industria), montagna (viaggio o ostacolo), casa (cambiamento, successo) sono tra i comuni.

Un’altra tecnica nota è lasciare un po ‘di umidità nella tazza. Permette il fruscio delle foglie. Successivamente, la tazza viene capovolta in un piattino. Il lettore prende la coppa e osserva la formazione. Le formazioni possono essere in forma di forme geometriche, linee, numeri ecc. Le linee rette indicano un’attenta pianificazione e tranquillità, mentre una forma a tazza indica amore e armonia. Molte altre forme simili aiutano nelle previsioni.

Per prevedere con precisione, è necessario seguire le prime impressioni della formazione nella tazza, poiché la seconda ipotesi può introdurre la tua coscienza.

Gentle Creek Golf Club – Vivi dove giochi

Gentle Creek – “Per coloro che amano veramente il gioco del golf in un’atmosfera riservata e amichevole …” Questo è il marchio del Gentle Creek Golf Club a Prosper e rispetta il suo motto.

Il corso

Progettato da D.A. Weibring, questo percorso di 7.300 yard e 18 buche si snoda attraverso 236 acri di paesaggio vario che include fairway curati, bordi boscosi, variazioni di altitudine e ostacoli d’acqua forniti da un lago di 20 acri. Può essere apprezzato sia dai golfisti medi che dagli esperti, anche se i principianti dovrebbero approfittare dei tee bianchi per ottenere il massimo dal loro gioco. C’è un motivo per cui Gentle Creek è stato votato # 13 di tutti i 1.100 campi nello stato del Texas.

Gentle Creek è particolarmente noto per la nona buca. Potrebbe essere solo un par 3, ma ti ricorderai di aver sparato sopra il grande stagno, la cascata e la parete rocciosa per raggiungere il green. Ci sono otto serie di tee per questo.

Un altro par 3 impegnativo ti affronta alla 15a buca. A 139 yard combatterai per ognuno di loro. Inizia sparando sopra un enorme stagno, ma non andare troppo lontano o finirai nel bunker di sabbia direttamente dietro il green. Aggiungete a questo un fairway delimitato da alberi di pecan che crea una sorta di galleria del vento e rendete la selezione del club ancora più importante. Non preoccuparti, il green è più grande della maggior parte e consentirà alcune imprecisioni a destra oa sinistra.

L’imponente club house ospita il ristorante Lakeside Grill con terrazza coperta, pro shop a servizio completo, sala fitness, spogliatoi per uomini e donne, sala da gioco e bagno turco. La struttura per la pratica comprende putting green, chipping green bunkerato e oltre un acro di tee per esercitazioni in erba.

Gentle Creek è un corso per membri e offre diversi livelli di iscrizione:

Abbonamento completo: include green fee, armadietto, cura delle scarpe, deposito e pulizia del club, palloni da tiro e servizio per disabili. Le strutture del club possono essere utilizzate dai membri, dal coniuge e dai figli di età inferiore ai 23 anni o da studenti single a tempo pieno che vivono ancora a casa.

Appartenenza aziendale: stessi privilegi dell’abbonamento completo per i dipendenti aziendali designati.

Iscrizione senior: stessi privilegi con l’iscrizione completa per individui di età pari o superiore a 65 anni, con alcuni tee time limitati.

Iscrizione non residente: per coloro che risiedono al di fuori di un raggio di 100 miglia dal club e da qualsiasi contea confinante con la contea di Collin. Ricevono gli stessi vantaggi dell’abbonamento completo, ma sono limitati a 4 tee time al mese.

Case a Gentle Creek

Gentle Creek Estates: questa comunità di golf si trova su 630 acri di campagna panoramica di Prosper. Homesites sono un generoso 1 acro o più grandi dimensioni con stili di casa che vanno dallo stile patio alle proprietà personalizzate che circondano il corso. Le case personalizzate variano nel prezzo da $ 300 a $ 1,5 milioni. Alla luce della nostra attuale congiuntura economica, i prezzi sono scesi a Gentle Creek e non è mai stato un momento migliore per acquistare un posto.

Vistas of Gentle Creek offre case a prezzi da $ 229.900 a $ 369.900. Le dimensioni vanno da 2.103 piedi quadrati fino a oltre 4.000 piedi quadrati, con piani di 1 o 2 piani. Le caratteristiche standard di molte delle case includono ripiani in granito, veranda in mattoni, sistema di sicurezza, camino a gas con rivestimento in granito, frassino, armadi da cucina tinti a mano, atrio in granito, pavimenti in piastrelle di ceramica in cucina, servizi e bagni, aria 13 SEER ad alta efficienza Condizionamento, porta d’ingresso in mogano con vetri smussati, modanatura a corona nel foyer, soggiorno e sala da pranzo, balaustre delle scale in ferro battuto, zolle piene e sistemi di irrigazione.

I costruttori di qualità a Gentle Creek includono Alford Homes, Grand Homes, Perrin Homes, Darling Homes e Dave R. Williams Homes. Assicurati di contattarli direttamente per scoprire eventuali promozioni per i costruttori offerte. Ad esempio, Grand Homes ha uno sconto di oltre $ 50.000 su case selezionate e include piscina gratuita in alcune case.

È in programma una fase futura lungo il 18 ° fairway con molte case che vantano splendide viste sul lago e sul campo da golf. Gentle Creek è gestito dalla Gentle Creek Homeowners Association che gestisce le riparazioni, la manutenzione e le attività sociali nel quartiere.

I proprietari di abitazione hanno la possibilità di unirsi al golf club, oltre a condividere una piscina olimpionica e un centro ricreativo.

Incarnare la persona che vuoi essere

Hai mai visto la trilogia di “Il Padrino”? Andiamo, devi vederlo. Se sì, scommetto che li hai visti più di una volta, forse una dozzina di volte (mi dispiace ammetterlo, sono colpevole). Ora, lasciatemi buttare questo fuori. Non sto certo per glorificare la mafia o la mafia. Per quanto riguarda i film, però, ci sono solo lezioni fantastiche e recitazione. Voglio dire, dai, Marlon Brando, Al Pacino, diretto da Francis Ford Coppola. Comunque, questa non è una pubblicità del Padrino in alcun modo. Onward.

Una scena in Il Padrino 3 continua a tornarmi in mente e ne sono davvero grato. Mi ricorda di spingere oltre. Ecco la storia. Don Corleone (Al Pacino, alias Il Padrino) ha un potenziale affare in sospeso con la Chiesa Vaticana mentre sta cercando di rilevare la loro partecipazione in un importante conglomerato aziendale, Immobiliare. I poteri che sono dalla parte vaticana dell’accordo stanno lavorando dietro le quinte essenzialmente per scopare il Padrino in questo accordo. Quindi, nel cercare di far funzionare questo accordo per tutte le parti coinvolte, Don Corleone si rivolge a un vero prete, un cardinale, appunto, per ottenere consigli e indicazioni. E la cosa che mi resta in mente, è quando Don Corleone spiega la sua versione della storia al cardinale (cardinal Lamberto). Comprendendolo, il cardinale cerca di spiegare la natura dell’uomo.

Il cardinale Lamberto raccoglie una pietra che giace in una fontana lì in Vaticano. Afferma mentre colpisce la pietra contro il lato della fontana facendola a pezzi: “Guarda questa pietra. È rimasta nell’acqua per molto tempo, ma l’acqua non è penetrata. Guarda. Perfettamente asciutta. la stessa cosa è successa agli uomini in Europa. Per secoli sono stati circondati dal cristianesimo, ma Cristo non li ha penetrati “.

Il motivo per cui questa immagine del Padrino e del Cardinale Lamberto mi viene spesso in mente è che a volte mi vedo come quella roccia che lui raccoglie dall’acqua. Perché? Perché mi imbatterò in qualcosa o in qualche nuova idea leggendo o studiando, e dirò: “È fantastico, adoro quel principio, questo è il tipo di persona che voglio essere. È qualcosa che voglio incarnare”. E settimane dopo, non ho ancora fatto nulla per implementare o incarnare quel tratto. Il punto è che anche dopo essere a volte circondati da qualcosa non riusciamo ancora a mettere le cose in azione. Non riusciamo ancora a fare un cambiamento.

Lascia che ti chieda, stai incarnando i principi che desideri? O stai solo raccogliendo fatti e leggendo cose?

Ad esempio, con me, Credere è qualcosa che amo e mi sta a cuore. Anni fa, dopo aver letto Il potere del pensiero positivo e La magia di pensare in grande, ho deciso che Credere era una parola che mi avrebbe incapsulato e definito. Credere in Dio e nella Sua abbondanza, credere in me stesso e nelle mie capacità, credere anche negli altri. Vorrei scrivere la parola, concentrarmi su di essa, dire affermazioni, tutte le nove iarde. Ecco il kicker. Non ho sempre incarnato la fede. Soprattutto quando contava, non ci credevo. Probabilmente stavo facendo più dubbi che credere. Quando gli affari in cui ero coinvolto iniziarono ad andare a sud, dentro di me, non ci credevo. A volte mi preoccuperei. Questa è una convinzione negativa.

Eccone qualcun altro da masticare. Come probabilmente saprai se leggi il mio articolo, assumermi la responsabilità di tutto nella mia vita è enorme anche per me. Tuttavia, a volte faccio ancora fatica a incarnarlo completamente al 100%. Il mio ego ama quando la colpa è di qualcun altro. Amare gli altri. Non avere paura. Attaccare la paura. Prendere impegni totali. Questi sono altri per i quali mi sforzo.

Il punto è: da quali cose sei forse circondato? Cose positive a cui sei esposto, che non riesci a farti penetrare. Lascia che ti penetrino. Falli. Questo non è uno sport per spettatori. Dacci dentro.

Le cose a volte non si attaccano dopo averle fatte solo una volta. Rimani su.

Parleremo presto,

Ron Kawatsky

Cinque chiavi per trovare un lavoro

Con l’outsourcing, il ridimensionamento e la chiusura degli impianti in aumento, sempre più persone si trovano a competere con giovani laureati e con i loro amici per l’offerta sempre più ridotta di posti di lavoro desiderabili.

Chi pensi che abbia il lavoro migliore? Non è sempre il più qualificato. Quante volte hai sentito: “Mi dispiace, sei troppo qualificato per questa posizione”? Un consulente del lavoro dice: “Il lavoro spesso va al cercatore di lavoro più efficace”. Abbiamo cinque suggerimenti che potrebbero darti il ​​vantaggio di cui hai bisogno per trovare il tuo prossimo lavoro.

Essere organizzato

È molto importante che tu stabilisca il tuo programma personale di “giornata lavorativa” in modo da iniziare la giornata sapendo cosa devi fare quel giorno nella ricerca di lavoro. Stabilisci obiettivi giornalieri e registra ciò che hai fatto. È incredibile quanto sia soddisfacente poter spuntare le cose dalla tua lista ogni giorno. Inoltre, ogni giornata deve iniziare con il vestirsi per il lavoro. Perché dovresti farlo? Se sei vestito in modo appropriato per gli affari, ti darà maggiore sicurezza, soprattutto se parli al telefono con potenziali datori di lavoro. Questo è il tuo “lavoro” ora, trovare il tuo prossimo datore di lavoro.

È possibile ottenere indirizzi e numeri di telefono dei potenziali datori di lavoro dall’ufficio del lavoro. Rispondi agli annunci sui giornali. Usa le pagine gialle della tua rubrica telefonica e crea elenchi di aziende che potrebbero avere lavori che spesso non vengono pubblicizzati, quindi contattale. Invia un curriculum professionale preparato a queste aziende. Dopo tale ricerca sistematica, riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo di trovare un lavoro.

Come trovare i lavori nascosti

Le tue opportunità di trovare un lavoro adeguato saranno limitate se cerchi lavoro solo rispondendo a annunci sui giornali o su Internet. I lavori migliori spesso non vengono mai pubblicizzati. Come puoi accedere a questo mercato del lavoro nascosto? Inizia dedicando del tempo ogni settimana per chiamare personalmente le aziende che ritieni possano avere un lavoro nella tua area di interesse o esperienza. Potrebbero dirti che non hanno nulla ora, ma di ricontrollare tra due o tre mesi. Inseriscili nella tua “lista tickler” per il follow-up tra due o tre mesi. Se dicono che non stanno assumendo, chiedi se sanno dove altro potresti cercare e in particolare con chi dovresti parlare. Se suggeriscono un’azienda e un contatto, prova a fissare subito un appuntamento con quell’azienda. Quando chiami per l’appuntamento, assicurati di dire loro chi te li ha consigliati.

Chiedi ai tuoi amici, familiari e altri collaboratori di aiutarti ad accedere al mercato del lavoro nascosto. Fagli sapere quali sono le tue capacità e cosa stai cercando. Rete con tutti. Non sai mai chi potrebbe conoscere qualcuno che conosce qualcuno che ha un’apertura che richiede solo il tipo di abilità che hai. Potresti voler creare dei biglietti da visita con le tue informazioni di contatto e magari un breve elenco di competenze pertinenti da lasciare a tutti coloro che chiedi per aiutarti nella tua ricerca.

Hai bisogno di un curriculum efficace

Se stai facendo domanda per una posizione esecutiva, avere un curriculum professionale da dare ai tuoi potenziali datori di lavoro è un must. Ma indipendentemente dal lavoro che stai cercando, un curriculum ben preparato può essere una grande risorsa. Un curriculum dice ai potenziali datori di lavoro non solo chi sei, ma anche cosa hai realizzato e perché hanno bisogno di te.

Cosa includere nel tuo curriculum:

1. Fornisci il tuo nome completo, indirizzo, numeri di telefono e indirizzo e-mail.

2. Indica il tuo obiettivo di lavoro.

3. Elenca l’istruzione che hai ricevuto, evidenziando la formazione e le competenze relative al lavoro che stai cercando. Potrebbe essere necessario adattare il tuo elenco di competenze alla posizione specifica per la quale ti stai candidando.

4. Fornire dettagli sulla precedente esperienza lavorativa. Includere non solo ciò che hai fatto, ma anche esempi degli obiettivi che hai raggiunto e dei benefici che hai portato ai tuoi precedenti datori di lavoro.

5. Evidenzia gli aspetti del tuo precedente impiego che ti qualificano per il lavoro che stai attualmente cercando.

6. Includi informazioni personali che descrivono le tue qualità, interessi e hobby.

Come inchiodare l’intervista

1. Ricerca l’azienda. Con alcune conoscenze di base, puoi conversare in modo intelligente con l’intervistatore su come l’azienda e le tue competenze corrispondono.

2. Vestiti in modo appropriato per il tipo di lavoro per cui ti stai candidando. Sii sempre ordinato, pulito e ben curato.

3. Arrivo con circa 15 minuti di anticipo. Questo ti darà un po ‘di tempo per rilassarti. NON ESSERE MAI TARDI.

4. Sorridere e dare all’intervistatore una ferma stretta di mano, se appropriato.

5. Evita di essere negativo nei confronti dei tuoi ex datori di lavoro e colleghi di lavoro.

6. Mantieni il contatto visivo con l’intervistatore e parla di te in modo chiaro e sicuro.

7. Non dimenticare di CHIEDERE IL LAVORO se lo desideri ancora alla fine del colloquio.

Sii adattabile

Per aumentare le tue possibilità di trovare lavoro, devi essere adattabile. È improbabile che troverai un lavoro che abbia tutto ciò che stai cercando. Devi imparare ad accontentarti di un lavoro che è tutt’altro che ideale. Essere adattabili può significare superare i pregiudizi nei confronti di determinati tipi o lavori. Sii disposto ad accettare qualsiasi lavoro adatto che non comprometta i tuoi valori.

Usando questi suggerimenti, avrai un vantaggio sulla maggior parte degli altri che sono in competizione con te nel mercato del lavoro.

Buona caccia al “lavoro”.

Trova un lavoro con Twitter

Se nell’ultimo anno hai vissuto sotto una roccia, probabilmente non hai sentito parlare di Twitter. Twitter è un sito di networking di informazioni che consente agli utenti di condividere microblog (brevi messaggi di 140 caratteri o meno) con i propri follower. Alcune persone twittano prendendo alla lettera “Cosa stai facendo?” domanda che appare su ogni schermo di Twitter e che rilascia un flusso costante di aggiornamenti sulle attività banali, come quello che hanno mangiato a pranzo, o se sono andati dal dentista, hanno preso in mano il lavaggio a secco, ecc. Altri stanno usando la tecnologia per creare marchi personali e per superare gli ostacoli che tipicamente si frappongono tra le persone in cerca di lavoro e i loro futuri capi.

In breve, stanno usando Twitter per commercializzarsi professionalmente e aiutarsi a trovare un nuovo lavoro connettendosi direttamente con i responsabili delle assunzioni, con persone che possono indirizzarti a lavori e con coloro che possono aiutarti a sostenere il tuo percorso di carriera andando avanti. Col tempo, puoi costruire una rete che sia rilevante per te professionalmente come qualsiasi posto tu abbia mai lavorato. E puoi usarlo per entrare in contatto con potenziali datori di lavoro, aggirando annunci di lavoro, bacheche di lavoro, servizi di distribuzione di curriculum e vagliatori di candidati.

Per sfruttare i vantaggi di Twitter, devi dedicare tempo alla creazione della tua rete Twitter. Devi anche essere d’aiuto agli altri. Quindi puoi sperare che ti aiuteranno in cambio quando verrà il momento e avrai bisogno di aiuto per trovare il tuo prossimo lavoro.

Ecco alcune cose a cui pensare, se hai intenzione di utilizzare Twitter come risorsa per la carriera.

Quando ti iscrivi, usa il tuo vero nome, non uno screen name accattivante. È meglio presentarti in modo professionale.

Usa una tua foto, non un avatar, e scegline una che saresti felice di mostrare a un futuro datore di lavoro.

Quando crei il tuo profilo, aggiungi un collegamento ipertestuale al tuo blog o curriculum visivo. Esistono anche siti come linkedin.com o visualcv.com che possono essere utilizzati per creare un collegamento con il tuo background professionale. Qualunque cosa tu faccia, non utilizzare la tua pagina Facebook.

Quando aggiungi la tua biografia di una riga, pensa a come vuoi essere conosciuto su Twitterverse. Assicurati che abbia un suono professionale.

Leggi in giro prima di twittare. Puoi utilizzare la funzione di ricerca di Twitter per individuare i leader nel tuo campo, le persone per cui vorresti lavorare e le persone che lavorano nei luoghi in cui vorresti lavorare. Trova persone che hanno più successo di te, seguile e studia i loro tweet.

Si spera che questi suggerimenti ti aiuteranno a iniziare su Twitter e potrebbero portare a trovare il lavoro dei tuoi sogni.

5 modi di dire sul cibo che ti renderanno un vero italiano

Sappiamo tutti che l’Italia è un ottimo posto dove puoi mangiare un sacco di cibo super gustoso e sano … MA … lo sapevi che in italiano ci sono così tanti idiomi su cibo e bevande?

Sono spesso usati nella vita di tutti i giorni e se saprai come usarli sorprenderai tutti i tuoi amici italiani. Utilizzarli correttamente può essere un po ‘difficile, ma con questo breve articolo voglio aiutarti a capire meglio come e quando usarli.

Va bene, iniziamo il nostro viaggio!

Il primo idioma che voglio introdurre è “Acqua in bocca“, che letteralmente significa”acqua in bocca“. Un po ‘strano, vero? Beh, quando raccontiamo un segreto a un amico e vogliamo che il nostro amico mantenga il segreto e non lo dica a nessuno, possiamo dire” Acqua in bocca “.

Questo idioma ha un’origine religiosa: sembra sia stato visto per la prima volta nel 1760 su un giornale chiamato Gazzetta Veneta. Lì, un articolo riportava che una ragazza aveva chiesto aiuto a un prete su come evitare di dire maldicenze. Il prete le disse di tenere l’acqua in bocca ogni volta che sentiva di dire qualcosa di brutto su un’altra persona. Interessante no?

“Giulia! Devo dirti una cosa … ma è un segreto !!

Va bene Laura, dimmi …

Ieri ho visto Luca a cena con una ragazza … che non era Maria … ma non dirlo a nessuno !! Acqua in bocca, mi raccomando! “

(Giulia! Devo dirti una cosa, ma è un segreto !!

Va bene, Laura, dimmi …

Ieri ho visto Luca cenare con una ragazza..quella non era Maria..ma non ditelo a nessuno! Mantieni il segreto !!)

Il secondo idioma è “Tutto fa brodo”, letteralmente “tutto fa un brodo”, che sarebbe, in un inglese corretto, “È tutto macinato per il mio mulino” Usiamo questa espressione quando siamo estremamente a corto di risorse o quando vogliamo diciamo che tutto può essere utile al nostro scopo.

Per esempio:

Ho venduto la macchina. Non ho fatto molti soldi, ma sai … tutto fa brodo!

(Ho venduto la mia macchina. Non ho guadagnato molti soldi ma … è tutto macinato per il mio mulino!)

Questa espressione viene dai tempi contadini: solitamente un buon brodo si fa con la carne, ma siccome era molto costoso, tutto il resto era buono per preparare la zuppa: dalle parti più povere della carne agli avanzi di verdure.

Il terzo idioma è “Andare a tutta birra”. In questo caso vediamo che usiamo una bevanda e non qualcosa da mangiare. Andare a tutta birra significa camminare estremamente veloce, o fare qualcosa di veramente veloce.

Questo idioma deriva molto probabilmente dal francese “à toute bride (bridle)”, ed era scritto male e tradotto con la parola “birra”.

“Sono proprio felice, Luca sta facendo la maratona a tutta birra!”

“Sono davvero contento, Luca sta correndo la maratona davvero veloce!”

Il quarto idioma riguarda ancora le bevande, ma analcolico: il latte! Non piangere sul latte versato (non piangere sul latte versato) è un’espressione che significa che non dobbiamo lamentarci di quello che abbiamo fatto. Quello che è fatto, è fatto, come si dice in italiano (Quel che è fatto è fatto), e non possiamo cambiare le conseguenze delle nostre azioni, quindi meglio non lamentarci e andare avanti!

Questa espressione viene da tempi antichi, quando il latte era una bevanda piuttosto costosa e una volta versato, sarebbe stato inutile impazzire.

“Non ho passato l’esame di matematica, adesso come farò? Dovrò studiare altri sei mesi per quest ‘esame … è terribile..e adesso come faccio ??

Marco, è inutile piangere sul latte versato: mettiti a studiare e basta. “

“Non ho superato l’esame di matematica … cosa farò adesso ?? Devo studiare altri sei mesi..è terribile, come ce la farò ??

Marco, non piangere sul latte versato: devi studiare di più e basta. “

La quinta e ultima espressione riguarda cipolle e vestiti. CHE COSA?? Eh si, in italiano queste due cose apparentemente lontane vanno insieme: Vestirsi a cipolla significa vestirsi elegantemente. Cosa significa? Ebbene, per esempio, se viviamo in un posto dove la mattina fa abbastanza freddo, poi di giorno fa abbastanza caldo e dobbiamo stare fuori tutto il giorno, allora dobbiamo assolutamente vestirci a cipolla! Meglio indossare una maglietta a maniche corte e qualcosa di più caldo sopra, poi quando fa più caldo possiamo evitare di scioglierci al sole a causa di troppi, o vestiti troppo caldi 🙂

“Le previsioni dicono che domani sarà freddo al mattino ma caldo di pomeriggio … sarà meglio vestirsi a cipolla!”

“Le previsioni dicono che domani farà freddo al mattino ma molto caldo il pomeriggio … credo sia meglio vestirsi adeguatamente per non fare troppo caldo o troppo freddo!”

In conclusione, come vedi ci sono così tante espressioni simili in lingue diverse, e credo che questo sia davvero interessante e motivante per imparare lingue diverse.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e sarei davvero felice se aggiungessi altre espressioni particolari sul cibo nella tua lingua!

Louis Quatorze (XIV) 1643-1715

Pochi mesi dopo la morte di Richelieu, Louis Xlll morì, lasciando il figlio di cinque anni Luigi XIV a regnare per settantadue anni, prima sotto il controllo di Mazzarino, e poi come monarca assoluto. Con la sua successione e sotto l’influenza ininterrotta del suo lungo regno tutte le arti fiorirono in misura straordinaria. Le Roy Soldi governava con una magnificenza e uno stato sconosciuto sin dai tempi dell’Impero Romano. Colbert, il suo abile ministro, riunì famosi artisti e artigiani e li ospitò al Louvre sotto il patrocinio reale.

All’inizio del suo regno il re aveva deciso di rendere la sua corte la più magnifica di tutta Europa e di fare della Francia il centro della cultura del mondo moderno. Per raggiungere questo scopo ha nominato Le Brun suo Ministro delle Belle Arti. Le Brun ha rilevato molti dei migliori produttori in Francia, li ha posti sotto il controllo del governo e li ha sostenuti con fondi statali.

Tra questi c’erano i telai Gobelins, Beauvais, Aubusson e Savonnerie dove venivano realizzati arazzi e rivestimenti per pavimenti comunemente posti davanti alle porte dei camini e la fabbrica di porcellana di Sevres. Ha anche fondato la Scuola Nazionale di Belle Arti (Ecole des Beaux Arts) che è ancora sotto il controllo del governo francese e che riceve alunni da tutto il mondo, offrendo lezioni gratuite di architettura, pittura, scultura e incisione.

Jules Mansart fu nominato architetto reale e incaricato di costruire il grande palazzo di Versailles, uno degli edifici più magnifici e più grandi mai costruiti. Il solo costo di questa struttura era così alto che si dice che abbia gettato i semi della rivoluzione francese.

Il palazzo non era destinato solo a fornire alloggi per l’immenso seguito del re, ma furono progettate stanze enormi per ospitare migliaia di persone nel più regale splendore. Sebbene l’edificio sia stato praticamente spogliato di tutti i suoi arredi durante la rivoluzione e abbia subito molti cambiamenti da quel momento, rimane ancora abbastanza della sua decorazione originale per renderlo il più bell’esempio esistente del periodo Luigi XIV.

La caratteristica più tipica dell’architettura interna di questo stile era l’enorme scala delle stanze stesse e l’imponenza dei dettagli architettonici e dei mobili che erano in esse, fino ai binari in legno. Gli ordini sono stati ampiamente utilizzati e le proporzioni classiche sono state rigorosamente rispettate, sebbene gli ornamenti fossero piuttosto originali.

La pannellatura era ampia e vigorosa. Le principali linee strutturali dei pannelli erano diritte e rettangolari, ma veniva usato molto ornamento. Un dado di solito correva per la stanza, i pannelli sopra di esso correvano fino a una cornice decorata. Di regola, i colori usati erano un fondo crema e modanature dorate, sebbene fossero usati anche rovere naturale e altri colori dipinti.

L’elaborata scultura in legno era molto usata. I camini erano vistosi, le aperture e la cappa del camino elaborate. Le mensole sovrastanti incorporavano dipinti incorniciati e in stanze più piccole specchi. Le porte erano rivestite di pannelli, intagliate, dipinte e dorate. I pavimenti erano in parquet o piastrelle in marmo e i soffitti spesso piatti nelle stanze più piccole.

Le Brun ha nominato capo ebanista del re, Boulle (scritto anche Boule e Buhl), che con la possibile eccezione di Chippendale ha avuto un’influenza sullo sviluppo dei mobili più di qualsiasi altro uomo. Boulle è noto per aver reso popolare l’uso di supporti in metallo (Ormolu) nell’ornamento dei mobili. È anche famoso per il suo uso del guscio di tartaruga e dell’intarsio in metallo. Tagliando due strati di guscio di tartaruga e lamiera in un elaborato motivo a seghetto alternativo, ha alternato il metallo e il guscio applicandolo come rivestimento alle ante e ai pannelli dei suoi mobili.

Boulle ha utilizzato una grande varietà di legno. L’ebano era uno dei suoi preferiti, ma venivano usati anche blocchi d’angolo in legno di quercia, noce, tulipano, rosetta, palissandro e altri legni più costosi. Molti dei suoi allievi divennero in seguito famosi ebanisti. Tra loro c’erano Levasseur, Jacob e Oeben. I mobili di questo periodo erano di regola grandi e nelle principali linee rettangolari predominavano. Le sedie erano comunemente rinforzate con pesanti barelle tra le gambe.

Successivamente i mobili divennero curvilinei sia nella struttura che nell’ornamento. Era riccamente scolpito, dipinto e dorato, con piccoli pied-de-biche, testa di delfino, piedi a volute, rotondi o quadrati. I pezzi erano numerosi, il canapè, il comò, l’armadio e lo scrittoio erano finemente sviluppati. Sono stati utilizzati superbi arazzi Aubusson, ricami, ricamo, damasco, grandi velluti figurati, pelle e fustigazione. I supporti in metallo erano opere d’arte in ottone o bronzo dorato. Tutto era formale, maestoso e sontuoso.