Fatti sulle meduse da compagnia: medusa blu grasso (Catostylus Mosaicus)

Le meduse blu grasso (Catostylus mosaicus) provengono dall’ordine Rhizostomae. Queste gelatine sono originarie dell’Indo-Pacifico dell’Asiato Australia. Si trovano più frequentemente in grandi sciami. I loro sciami sono infatti così grandi da essere considerati una seccatura dai pescatori australiani perché possono riempire intere reti. Hanno devastato le centrali elettriche e le prese delle navi intasate.

Le meduse blu grasso non hanno i lunghi tentacoli finali più comunemente associati alle meduse. Invece hanno otto braccia orali che fuoriescono da appena sotto la loro campana formando uno schema circolare. Ciascuna di queste braccia orali ha migliaia di minuscole bocche invece di un singolo orifizio orale. Sebbene le gelatine blu abbiano otto braccia orali, altre specie correlate all’interno di questo ordine ne hanno solo tre o quattro.

Le gelatine blu sono tra le specie di meduse che non devono fare affidamento interamente su fonti esterne per le loro esigenze nutrizionali. Gran parte del loro apporto nutritivo è rappresentato dal rapporto simbiotico che hanno con le alghe unicellulari che vivono al loro interno. Il corpo della medusa ospita queste alghe. In cambio, parte del processo fotosintetico delle alghe fornisce nutrienti ricchi di carbonio per il loro ospite.

L’aspetto unico della gelatina blu la rende uno degli esemplari di gelatina più esotici attualmente disponibili per gli acquariofili domestici. Sono diventati sempre più popolari come animali domestici nell’emisfero orientale a causa del loro aspetto quasi “altro mondo” e della loro abbondanza. A differenza delle meduse della luna, le gelatine blu sono traslucide piuttosto che trasparenti. Non hanno quell’aspetto inquietante e fluttuante simile a un fantasma quando la luce li attraversa. Sembrano, tuttavia, ugualmente sbalorditivi sotto un fader LED. La combinazione della loro forma globosa, il modo in cui nuotano, il loro riflesso perlescente e la luce colorata che passa attraverso i loro corpi semitrasparenti li fa assomigliare ai globuli di una lampada di lava. Hanno anche un bell’aspetto sotto T5 e illuminazione attinica. Sono disponibili in una varietà di colori tra cui bianco, rosso, blu, viola e giallo con sfumature di sfumature contrastanti.

Dovrebbe essere chiaro che le meduse del grasso blu hanno una relazione simbiotica con le alghe che crescono al loro interno e dipendono da loro per una parte vitale dei loro bisogni nutrizionali. Se hai intenzione di tenerli come animali domestici, richiederanno una luce dell’acquario simile a quella di un acquario di barriera corallina. Ciò li aiuterà a mantenerli vivi e in salute.

Le meduse blu ricorrono alla caccia notturna per soddisfare il resto dei loro bisogni nutrizionali. La dimensione delle aperture della bocca sulle braccia orali limita ciò che possono consumare. Si nutrono principalmente di zooplancton derivato dai livelli inferiori del loro habitat. La gelatina blu inietta veleno in questo zooplancton che li uccide o li paralizza rendendoli così immobili per facilità di consumo. Questo veleno non è abbastanza tossico da essere percepibile dalla maggior parte degli esseri umani. Tuttavia, proprio come una puntura d’ape, alcuni individui sono più suscettibili a questa tossina e possono manifestare un’eruzione cutanea o persino una reazione allergica.

Le meduse blu hanno un rapporto simbiotico con le alghe che crescono al loro interno e dipendono da esse per una parte vitale dei loro bisogni nutrizionali. Se hai intenzione di tenerli come animali domestici, richiederanno una luce dell’acquario simile a quella di un acquario di barriera corallina. Ciò li aiuterà a mantenerli vivi e in salute.

Molto spesso sono piccoli, ma possono crescere ovunque da 12 a 18 pollici di diametro. Proprio come molte meduse, un’improvvisa riduzione delle dimensioni è un segno sicuro che non ricevono abbastanza da mangiare. La loro durata di vita è di un anno in natura. Non siamo stati in grado di trovare alcuna informazione che indichi che la vita in cattività annullerà il loro ciclo di vita naturale e prolungherà la loro longevità negli acquari domestici. Le meduse blu vivono nelle zone tropicali e temperate. In cattività, un intervallo di temperatura tra 75-78 F è considerato ideale.

Lascia un commento