Cure a base di erbe: piaghe da decubito

Il concetto di base dell’omeopatia classica si basa sulla consapevolezza che i farmaci curano malattie simili, poiché possono causare sintomi se usati su persone sane. Nella terapia e nella diagnostica, l’omeopatia è solitamente sistematica e coinvolge non solo i sintomi e i cambiamenti correlati alla malattia, ma tutte le caratteristiche sorprendenti dei pazienti affetti da malattia nel loro complesso, dello spirito, dell’anima e del corpo.

Conosciute anche come piaghe da decubito, ulcere da decubito e ulcere trofiche, le piaghe da decubito si sviluppano dove la pelle sopporta una pressione esterna non alleviata. Coloro che sono paralizzati, incoscienti o immobili e chiunque sia costretto a letto o su una sedia a rotelle per lunghi periodi di tempo sono i più sensibili. I rimedi erboristici con proprietà antinfiammatorie sono efficaci contro di loro.

Le piaghe si verificano più comunemente sui glutei, sulle spalle, sui gomiti, sulla parte bassa della schiena, sui fianchi, sulle ginocchia, sulle caviglie e sui talloni. Iniziano come macchie rosse e tenere di pelle che si ispessiscono e si gonfiano lentamente. Le vesciche e le aperture nella pelle sono comuni. La pressione continua impedisce la guarigione delle piaghe e favorisce l’infezione. Gravi piaghe da decubito, che richiedono sempre cure mediche, possono esporre l’osso e possono richiedere un intervento chirurgico e un innesto cutaneo.

Poiché le piaghe da decubito sono difficili da trattare, la prevenzione è la migliore medicina. Per ridurre al minimo la pressione in qualsiasi punto, la posizione del paziente deve essere cambiata ogni due ore. Le aree di pressione devono essere lavate e asciugate accuratamente con una spugna delicata e utilizzare una piccola quantità di sapone. (La pelle bagnata, soprattutto se causata dall’incontinenza, è soggetta a infezioni.) L’imbottitura dei letti con coperte di lana può aiutare ad alleviare la pressione.

L’amido di mais e il talco, spesso spruzzati sulla pelle umida e sulle ferite aperte, possono aiutare a mantenere la pelle asciutta. Altre misure includono esercizi per piedi e gambe, massaggi delicati e una dieta arricchita di vitamine.

Mirra

Per creare una tintura astringente e antisettica, mescola 1 parte di resina dell’arbusto di mirra con 5 parti di alcol isopropilico al 90%. Vengono vendute anche tinture commerciali. Eseguire prima il test sulla pelle sana per assicurarsi che non si verifichino ulteriori irritazioni. Non applicare mai a una piaga aperta.

Gel di aloe vera

Affetta con cura lungo il centro della foglia di aloe, sbuccia i bordi e raschia via il gel. Il gel è disponibile nella maggior parte dei negozi, ma l’effetto antinfiammatorio e antibatterico del gel fresco è molto maggiore.

Arnica

Le qualità antinfiammatorie e antisettiche dei capolini sono catturate in tinture e unguenti commerciali. Applicare con un panno o aggiungere a un impiastro. L’uso a lungo termine può causare dermatiti. Non prenda internamente.

calendola

Usa 1-2 cucchiaini di fiori per preparare un tè standard (per uso esterno), una tintura o una pomata. Applicare il tè in infusione con un panno pulito. Oppure usa un unguento commerciale.

Lascia un commento