Cinque chiavi per trovare un lavoro

Con l’outsourcing, il ridimensionamento e la chiusura degli impianti in aumento, sempre più persone si trovano a competere con giovani laureati e con i loro amici per l’offerta sempre più ridotta di posti di lavoro desiderabili.

Chi pensi che abbia il lavoro migliore? Non è sempre il più qualificato. Quante volte hai sentito: “Mi dispiace, sei troppo qualificato per questa posizione”? Un consulente del lavoro dice: “Il lavoro spesso va al cercatore di lavoro più efficace”. Abbiamo cinque suggerimenti che potrebbero darti il ​​vantaggio di cui hai bisogno per trovare il tuo prossimo lavoro.

Essere organizzato

È molto importante che tu stabilisca il tuo programma personale di “giornata lavorativa” in modo da iniziare la giornata sapendo cosa devi fare quel giorno nella ricerca di lavoro. Stabilisci obiettivi giornalieri e registra ciò che hai fatto. È incredibile quanto sia soddisfacente poter spuntare le cose dalla tua lista ogni giorno. Inoltre, ogni giornata deve iniziare con il vestirsi per il lavoro. Perché dovresti farlo? Se sei vestito in modo appropriato per gli affari, ti darà maggiore sicurezza, soprattutto se parli al telefono con potenziali datori di lavoro. Questo è il tuo “lavoro” ora, trovare il tuo prossimo datore di lavoro.

È possibile ottenere indirizzi e numeri di telefono dei potenziali datori di lavoro dall’ufficio del lavoro. Rispondi agli annunci sui giornali. Usa le pagine gialle della tua rubrica telefonica e crea elenchi di aziende che potrebbero avere lavori che spesso non vengono pubblicizzati, quindi contattale. Invia un curriculum professionale preparato a queste aziende. Dopo tale ricerca sistematica, riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo di trovare un lavoro.

Come trovare i lavori nascosti

Le tue opportunità di trovare un lavoro adeguato saranno limitate se cerchi lavoro solo rispondendo a annunci sui giornali o su Internet. I lavori migliori spesso non vengono mai pubblicizzati. Come puoi accedere a questo mercato del lavoro nascosto? Inizia dedicando del tempo ogni settimana per chiamare personalmente le aziende che ritieni possano avere un lavoro nella tua area di interesse o esperienza. Potrebbero dirti che non hanno nulla ora, ma di ricontrollare tra due o tre mesi. Inseriscili nella tua “lista tickler” per il follow-up tra due o tre mesi. Se dicono che non stanno assumendo, chiedi se sanno dove altro potresti cercare e in particolare con chi dovresti parlare. Se suggeriscono un’azienda e un contatto, prova a fissare subito un appuntamento con quell’azienda. Quando chiami per l’appuntamento, assicurati di dire loro chi te li ha consigliati.

Chiedi ai tuoi amici, familiari e altri collaboratori di aiutarti ad accedere al mercato del lavoro nascosto. Fagli sapere quali sono le tue capacità e cosa stai cercando. Rete con tutti. Non sai mai chi potrebbe conoscere qualcuno che conosce qualcuno che ha un’apertura che richiede solo il tipo di abilità che hai. Potresti voler creare dei biglietti da visita con le tue informazioni di contatto e magari un breve elenco di competenze pertinenti da lasciare a tutti coloro che chiedi per aiutarti nella tua ricerca.

Hai bisogno di un curriculum efficace

Se stai facendo domanda per una posizione esecutiva, avere un curriculum professionale da dare ai tuoi potenziali datori di lavoro è un must. Ma indipendentemente dal lavoro che stai cercando, un curriculum ben preparato può essere una grande risorsa. Un curriculum dice ai potenziali datori di lavoro non solo chi sei, ma anche cosa hai realizzato e perché hanno bisogno di te.

Cosa includere nel tuo curriculum:

1. Fornisci il tuo nome completo, indirizzo, numeri di telefono e indirizzo e-mail.

2. Indica il tuo obiettivo di lavoro.

3. Elenca l’istruzione che hai ricevuto, evidenziando la formazione e le competenze relative al lavoro che stai cercando. Potrebbe essere necessario adattare il tuo elenco di competenze alla posizione specifica per la quale ti stai candidando.

4. Fornire dettagli sulla precedente esperienza lavorativa. Includere non solo ciò che hai fatto, ma anche esempi degli obiettivi che hai raggiunto e dei benefici che hai portato ai tuoi precedenti datori di lavoro.

5. Evidenzia gli aspetti del tuo precedente impiego che ti qualificano per il lavoro che stai attualmente cercando.

6. Includi informazioni personali che descrivono le tue qualità, interessi e hobby.

Come inchiodare l’intervista

1. Ricerca l’azienda. Con alcune conoscenze di base, puoi conversare in modo intelligente con l’intervistatore su come l’azienda e le tue competenze corrispondono.

2. Vestiti in modo appropriato per il tipo di lavoro per cui ti stai candidando. Sii sempre ordinato, pulito e ben curato.

3. Arrivo con circa 15 minuti di anticipo. Questo ti darà un po ‘di tempo per rilassarti. NON ESSERE MAI TARDI.

4. Sorridere e dare all’intervistatore una ferma stretta di mano, se appropriato.

5. Evita di essere negativo nei confronti dei tuoi ex datori di lavoro e colleghi di lavoro.

6. Mantieni il contatto visivo con l’intervistatore e parla di te in modo chiaro e sicuro.

7. Non dimenticare di CHIEDERE IL LAVORO se lo desideri ancora alla fine del colloquio.

Sii adattabile

Per aumentare le tue possibilità di trovare lavoro, devi essere adattabile. È improbabile che troverai un lavoro che abbia tutto ciò che stai cercando. Devi imparare ad accontentarti di un lavoro che è tutt’altro che ideale. Essere adattabili può significare superare i pregiudizi nei confronti di determinati tipi o lavori. Sii disposto ad accettare qualsiasi lavoro adatto che non comprometta i tuoi valori.

Usando questi suggerimenti, avrai un vantaggio sulla maggior parte degli altri che sono in competizione con te nel mercato del lavoro.

Buona caccia al “lavoro”.

Lascia un commento