3 passaggi per una corretta meccanica di lancio

Quanti di voi hanno sentito gli allenatori di lanciare urlare “trovate il vostro punto di equilibrio, lanciate semplicemente dei colpi, finite in piazza alla piastra, rari indietro e fate fuoco, lanciate forte adesso”, ecc …? Anch’io ho avuto allenatori del genere crescendo e indovina un po ‘… Non sanno di cosa stanno parlando.

Il lancio, proprio come qualsiasi altro movimento complesso, richiede che molte parti mobili fluiscano nella sequenza corretta. Se eseguito correttamente, dovrebbe creare un unico movimento senza sforzo. Il solo lancio della palla è troppo generico; dobbiamo essere in grado di lanciare la palla su un piano discendente con la massima velocità possibile esercitando il minor stress sugli anelli più deboli (UCL / Rotor-cuff) all’interno della catena cinetica che sta lanciando.

Per prima cosa, dividiamo il corpo umano in 3 componenti principali della generazione di energia. Partendo da zero, prima abbiamo la parte inferiore del corpo composta da piedi, articolazioni della caviglia, parte inferiore delle gambe (tibia, perone), articolazione del ginocchio e parte superiore della gamba (femore), tutte collegate al bacino (articolazione dell’anca). In secondo luogo, è dove viene generata la maggior parte del potere e questo è il nucleo. L’osso che sostiene il nucleo è la colonna lombare, dove la gamma di movimento è massima, dando al nucleo la capacità di creare coppia. Terzo, c’è la parte superiore del busto e le braccia. Questa parte della macchina umana è la più complessa e la maggior parte delle lesioni da lancio si verifica alla spalla o al gomito a causa dell’enorme stress che queste articolazioni devono sopportare ad ogni lancio. Il cervello controlla tutto! Ora vediamo come possiamo utilizzare ogni componente per il massimo vantaggio meccanico che la nostra anatomia consente.

Parte inferiore del corpo

La parte inferiore del corpo deve essere separata in due suddivisioni, gambe e bacino (fianchi). L’unico scopo delle gambe è quello di creare più velocità (distanza / tempo) andando verso il bersaglio, quindi fermarsi il più bruscamente possibile, il che a sua volta accelererà la rotazione della parte superiore del corpo, massimizzando la potenza in uscita nel punto di pubblicazione. Pensa a questa reazione in termini di incidente automobilistico. Se un’auto con una pila di libri sul sedile del passeggero guida a 100 miglia all’ora e colpisce un muro immobile, la velocità dell’auto scenderà a zero ma i libri continueranno a volare attraverso il parabrezza alle 100 miglia all’ora originali. Anche il bacino (fianchi) ha un ruolo importante nel processo di lancio. Il suo compito è semplicemente caricare (ruotare lontano dal bersaglio) all’inizio del movimento e rilassarsi in sincronia con il piede che atterra mentre le gambe spingono il lanciatore verso il bersaglio.

Il centro

Il modo migliore per visualizzare il nucleo è come una bobina molto spessa che collega i componenti superiore e inferiore. Sebbene la maggior parte della potenza generata nel corretto movimento di lancio sia prodotta dal nucleo, è il processo più semplice in questa catena cinetica. Per utilizzare l’anima al massimo delle sue potenzialità, il lanciatore deve semplicemente caricare simultaneamente i componenti superiore e inferiore all’inizio della consegna e mantenere la parte superiore del corpo caricata (chiusa) il più possibile fino alla pianta del piede anteriore. A questo punto, maggiore è la separazione tra le linee pelviche e della parte superiore del busto, maggiore è la coppia che il nucleo può produrre. Questo è il vero significato del termine comunemente usato in modo improprio “restare chiusi”. La separazione delle linee pelviche e delle spalle crea la massima libertà di movimento per consentire al nucleo già allungato di ruotare in modo esplosivo; questa rotazione sarà la principale fonte di velocità per il lanciatore.

Parte superiore del busto

L’ultimo ma non meno importante dei tre componenti è la parte superiore del busto. L’obiettivo principale della parte superiore del busto è raggiungere il massimo carico sulla scapola e mantenere la massima distanza dalla linea pelvica fino alle piante del piede anteriore. Tutto ciò porterà alla massima rotazione esterna del braccio di lancio che aumenterà direttamente la velocità. Il modo più efficiente per caricare quelli Scapula è farlo nel modo più naturale e senza sforzo possibile. Le braccia hanno effettivamente dei binari, proprio come i treni. Se il treno cade fuori dai binari, non funziona. Questa traccia è diversa per ogni individuo. Per capire dove si trova la tua traccia, alzati in piedi con una buona postura e lascia che le braccia penzolino lungo i fianchi e fai oscillare le braccia avanti e indietro. Vedrai che le tue braccia vorranno naturalmente stare vicino al corpo e oscillare su un piano petto-schiena. Questo aereo pettorale non cambia mai, qualunque cosa accada. Mentre le braccia viaggiano sulla pista naturale, i gomiti spareranno l’uno verso l’altro stringendo insieme le scapole mentre il petto si espande. Questo si chiama carico della scapola. Questo carico sulla scapola si verificherà proprio mentre il piede anteriore colpisce il suolo e le piante. Questo è quando le spalle caricate ruotano in modo esplosivo guidando la spalla che lancia su e oltre verso la linea di destinazione. Il rilascio effettivo della palla da baseball è determinato dall’estensione, pronazione, rotazione interna e flessione del polso del braccio che lancia. Dopo che la palla è stata rilasciata, la rotazione della spalla si fermerà per fare limitazioni strutturali, ma il braccio di lancio ora accelerato continuerà finché non colpisce la gabbia toracica e si ferma. Questo metodo di decelerazione è il più naturale e mette il minimo stress sui muscoli deceleratori. Come risultato della rapida rotazione della parte superiore del busto, la gamba posteriore volerà su da terra e arriverà a un atterraggio morbido.

Lascia un commento